Terrorismo: mare mosso, è tregua barconi, tanti controlli

(ANSA) – ROMA, 14 AGO – Le condizioni del mare, che sarà mosso nei prossimi giorni, inducono a pensare che non si registreranno consistenti sbarchi di immigrati nelle prossime ore. La macchina organizzativa che prevede controlli accurati nelle città e nei porti, per l’allarme terrorismo, continua ad essere in azione, soprattutto in vista della giornata di domani, Ferragosto. Le città principali e i maggiori porti saranno presidiati in modo capillare. Lignano Sabbiadoro è blindata a causa delle misure di sicurezza scattate per la manifestazione delle Frecce Tricolori. Intanto prosegue la polemica politica. “Bisogna che, una volta intercettati, i presunti profughi vengano portati in un porto libero del Nord Africa. Qui si procederà all’identificazione, si separeranno i veri profughi dagli immigrati economici e si aprirà il canale umanitario per chi davvero fugge da morte certa”, afferma il presidente del Veneto, Luca Zaia. Per la senatrice Anna Maria Bernini, vice presidente vicario di FI, “il Governo è come sempre senza soluzioni”.

Condividi: