Doping: Usa, la Stepanova teme per la sua sicurezza

(ANSA) – ROMA, 16 AGO – Yulia Stepanova, la mezzofondista che ha denunciato il cosiddetto doping di Stato in Russia, teme per la sua incolumità dopo che un attacco hacker ai computer della Wada ha rivelato il luogo degli Stati Uniti in cui si trova. Lo riporta il “Moscow Times”. La testimonianza della Stepanova – a cui non è stato consentito di partecipare ai Giochi di Rio – e quella di suo marito Vitali Stepanov, un ex dirigente dell’Agenzia antidoping russa (Rusada), hanno consentito di svelare la rete di doping sistematico in Russia.

Condividi: