Rio: India, apoteosi per la Sindhu

(ANSA) – NEW DELHI, 22 AGO – La giovane atleta indiana P.V. Sindhu, che ha conquistato una medaglia d’argento nel badminton alle Olimpiadi di Rio, ha ricevuto oggi un tributo da eroe ad Hyderabad, capitale dello Stato di Telangana dove è nata 21 anni fa. Sindhu, sconfitta in finale dalla spagnola Carolina Marin, è la prima donna indiana ad aggiudicarsi un argento in una Olimpiade. Prima di lei c’era stato il bronzo di Saina Nehwal, sempre nel badminton, nel 2012 a Londra. Accolta da star nello stadio Gachibowli, Sindhu ha ribadito che “raggiungere la finale delle Olimpiadi era il sogno che ho sempre accarezzato. Sono giovane – ha concluso – e tutti i miei sforzi ora sono già mirati al prossimo appuntamento olimpico di Tokyo”. Paese abitato da 1,25 miliardi di persone, l’India è un autentico fenomeno negativo in campo sportivo. Alle Olimpiadi di Rio, oltre all’argento della Sindhu ha vinto solo un bronzo, con Sakshi Malik nella lotta.

Condividi: