Migranti: in Sardegna 1.200 minori non accompagnati

(ANSA) – CAGLIARI, 9 SET – Nei primi otto mesi del 2016 sono arrivati in Sardegna 5.807 migranti, di cui 1.200 minori non accompagnati. Attualmente sono ospitati nei vari centri di accoglienza sparsi nell’Isola 5.240 stranieri. Sono gli ultimi dati aggiornati forniti dalla Prefettura di Cagliari nel corso della riunione del Comitato per l’ordine e la sicurezza dedicato all’emergenza sbarchi. In Sardegna continuano anche gli arrivi diretti con mezzi di fortuna: si tratta soprattutto di algerini che approdano nelle coste del Sulcis, nel sud dell’Isola. Complessivamente ne sono giunti 570. Per questi, dopo la chiusura del Cara di Elmas, la Prefettura è pronta ad usare parzialmente l’ex scuola della Polizia penitenziaria di Monastir, alle porte di Cagliari. Lo stesso edificio potrebbe essere destinato ad accogliere anche i minori. Sulla soluzione Monastir, osteggiata finora dai sindacati di Polizia e dall’opposizione di centrodestra, la prefetta Giuliana Perrotta ha un’idea precisa: “Il fatto di sapere che saranno ospitati in una struttura controllata servirà come deterrente per possibili nuovi sbarchi di algerini – spiega – noi così avremo il tempo di lavorare con calma per identificarli ed espellerli”. In attesa di avere nuove disponibilità dai bandi per l’accoglienza, è stata scartata l’ipotesi di apertura di un centro a Burcei (Cagliari). La Prefetta ha incontrato la sindaca Giovanna Zuncheddu e i rappresentanti dell’amministrazione comunale per affrontare la questione alla luce dell’assalto vandalico allo stabile potenzialmente destinato, per iniziativa del proprietario, ad ospitare gruppi di migranti. (ANSA).

Condividi: