Tangenti per procreazione assistita, condannato ex primario

(ANSA) – BELLUNO, 17 SET – I giudici del Tribunale di Belluno hanno condannato oggi a cinque anni e sei mesi di reclusione (pena sospesa) l’ex primario del reparto di ginecologia e ostetricia dell’ospedale di Pieve di Cadore (Belluno), il padovano Carlo Cetera, 67 anni, accusato di aver chiesto tangenti alle coppie che volevano accedere alle liste per la procreazione assistita, per accorciare i tempi. L’inchiesta risaliva al dicembre del 2011. Il medico doveva rispondere di concussione, corruzione e interruzione di pubblico servizio, proprio per aver ‘accorciato’ le liste d’attesa. I casi documentati dall’accusa sarebbero stati una quindicina. (ANSA).

Condividi: