Pakistan: like su Fb, cristiano in cella per blasfemia

Pubblicato il 21 settembre 2016 da ansa

(ANSA) – ISLAMABAD, 21 SET – Un giovane cristiano di 18 anni è finito in cella in Pakistan, accusato di blasfemia, per aver messo un ‘like’ ed aver condiviso una foto considerata “dispregiativa” della Khana-e-Kaaba, l’edificio al centro della Moschea della Mecca, che è il luogo più sacro dell’Islam. Secondo quanto riferisce il quotidiano The Express Tribune citando una agenzia internazionale, il giovane si chiama Nabeel Chohan ed è originario della provincia del Punjab. E’ stato arrestato ieri dopo che un suo compagno musulmano, visto il post condiviso sulla pagina Facebook, lo ha denunciato alla polizia. Un portavoce del commissariato, Shahbaz Ahmed, ha precisato che nei confronti di Chohan è stata presentata una denuncia per “offesa ai sentimenti religiosi islamici e dissacrazione di un luogo religioso”. La polizia ha confermato da parte sua l’arresto del giovane che, ha assicurato, “è in cella”. Il Pakistan ha una delle leggi sulla balsfemia più dure di tutto il mondo islamico.

I commenti sono chiusi.

Ultima ora

16:15Calcio: Premier League, de Boer tecnico del Crystal Palace

(ANSA) - ROMA, 26 GIU - Frank de Boer è il nuovo tecnico del Crystal Palace: lo annuncia il club di Premier League sul proprio sito internet, precisando che con il manager è stato raggiunto un accordo di tre anni. Il tecnico olandese, che subentra a Sam Allardyce, era senza squadra da novembre, quando fu esonerato dall'Inter. "È un grande onore per me - le parole di de Boer riportate sul sito dopo la sua presentazione alla stampa - essere stato nominato alla guida di uno storico club come questo: un club conosciuto in tutto il mondo per i suoi tifosi fieri e appassionati. Quest'incarico costituisce una grande opportunità per me e non vedo l'ora di cominciare il campionato lavorando con giocatori e staff". De Boer, 47 anni, è alla prima esperienza in Premier League.

16:13Consip, nuove accuse a capitano del Noe Scafarto

(ANSA) - ROMA, 26 GIU - Si aggrava la posizione del capitano del Noe carabinieri Gian Paolo Scafarto, interrogato oggi in procura a Roma su Consip. Le nuove ipotesi di accusa sono falso e rivelazione del segreto e si aggiungono alla prima, sempre di falso, per l'attribuzione all'imprenditore napoletano Alfredo Romeo di una frase pronunciata da Italo Bocchino e riferita a Tiziano Renzi. Le nuove contestazioni vertono per quanto riguarda il falso su un riferimento al generale Fabrizio Farragina, ex Aisi (servizio segreto interno), sulla presunta presenza di 007 durante le indagini di Scafarto su Consip; la rivelazione di segreto si riferisce invece a presunte 'soffiate' sull'andamento delle indagini - ad agosto 2016 e marzo 2017 - ad ex colleghi del Noe passati poi all'Aisi. Sabato è stato sentito l'ex presidente Consip Luigi Ferrara, ora indagato per false dichiarazioni al pm per aver ridimensionato il ruolo del comandante generale dei carabinieri Tullio Del Sette nella presunta violazione del segreto dell'indagine.

16:12Omicidio-suicidio a Prato, spara a moglie e si uccide

(ANSA) - PRATO, 26 GIU - Un ottantunenne ha ucciso la moglie di 79 e poi si è suicidato. E' accaduto a Prato, dove i due corpi sono stati trovati stamani nel loro appartamento. I due coniugi sono stati trovati in camera da letto. Secondo una prima ricostruzione dei carabinieri l'uomo avrebbe esploso contro la moglie un colpo dal suo fucile da caccia. Poi avrebbe rivolto l'arma verso di sé e avrebbe fatto fuoco ancora una volta. Per i militari il gesto sarebbe riconducibile ad una crisi depressiva. (ANSA).

16:07Spagna: ancora in fiamme parco Donana

(ANSA) - MADRID, 26 GIU - E' ancora fuori controllo uno dei tre fronti dell'incendio divampato sabato notte attorno al parco nazionale spagnolo di Donana, vicino a Huelva nel sud dell'Andalusia, dichiarato dall'Unesco Patrimonio dell'Umanità e Riserva della Biosfera. Il fronte ancora attivo è quello più vicino al cuore del parco nazionale. Per l'assessore all'Ambiente dell'Andalusia José Fiscal ci sono però "buone prospettive" di poter domare anche questo fronte in giornata. Molto dipenderà dall'evoluzione del forte vento - fino a 90 km orari - che da due giorni alimenta le fiamme. L'incendio ha costretto alla fuga circa 50mila persone che trascorrevano il fine settimana nel parco, in particolare nel comune turistico di Matalascanas. Alla lotta contro le fiamme partecipano 500 pompieri appoggiati da 15 mezzi di terra e da 7 canadair, oltre che dall'Unità Militare di Emergenza (Ume). Ieri i responsabili del parco hanno ordinato l'evacuazione del centro di protezione della Lince Iberica.

16:06Caldo: ancora temperature estreme in pianure centro-est

(ANSA) - BOLOGNA, 26 GIU - Ancora temperature estreme sulle pianure centro-orientali e sulla fascia costiera dell'Emilia-Romagna (ad esclusione della pianura emiliana occidentale). La fase di attenzione (Gialla), è attiva dalle 24 di oggi, lunedì 26 giugno, e terminerà alla stessa ora di domani, con condizioni stabili nelle 48 ore successive. "Continua l'ondata di calore - si legge nell'allerta diramata oggi da Arpae regionale e firmata dall'Agenzia regionale per la sicurezza territoriale e la protezione civile - con situazioni di debole disagio bioclimatico nelle aree di pianura centro-orientali e fascia costiera. Possibili condizioni di disagio moderato nei capoluoghi di provincia".(ANSA).

16:05Brasile: corruzione, ex ministro Lula condannato a 12 anni

(ANSA) - RIO DE JANEIRO, 26 GIU - L'ex ministro brasiliano delle Finanze, Antonio Palocci, è stato condannato in primo grado a 12 anni, 2 mesi e 20 giorni di reclusione per i reati di corruzione e riciclaggio di denaro. La sentenza è stata emessa oggi dal giudice Sergio Moro, responsabile per l'inchiesta Lava Jato, la Mani Pulite locale. Palocci, 56 anni, medico, ex ministro nei governi Lula e Rousseff, era stato arrestato lo scorso settembre con l'accusa di essere il collettore di tangenti pagate dalla holding delle costruzioni Odebrecht e dal colosso petrolifero Petrobras.

16:05Affonda barca in Colombia, 10 morti e 10 dispersi

(ANSA) - BOGOTA', 26 GIU - E' di 10 morti, 30 feriti e 10 dispersi l'ultimo bilancio di vittime del naufragio di una imbarcazione turistica a Guatapé, nel dipartimento colombiano di Antioquia, nel Nordest del paese. Lo ha annunciato Margarita Moncada, responsabile dei servizi di emergenza di Antioquia (Dapard), mentre il presidente Juan Manuel Santos, che è accorso ieri a Guatapé per coordinare le operazioni dopo la tragedia, ha precisato che sei delle vittime sono già state identificate. Secondo le prime testimonianze di sopravvissuti al naufragio, raccolte dalla stampa, non tutti i passeggeri de "El Almirante", un'imbarcazione che navigava sul bacino artificiale della diga di Penol-Guatapé, erano stati muniti di giubbotti di salvataggio, come previsto dalle norme locali. Circa 150 persone viaggiavano a bordo dell'imbarcazione, che è affondata a poca distanza dal molo, il che ha reso più facile le operazioni di emergenza dopo il naufragio.

Archivio Ultima ora