Ateneo Sassari, rettore “sistema in crisi, laureati in calo”

(ANSA) – SASSARI, 23 SET – “Quell’ascensore sociale rappresentato dagli studi universitari si è inceppato, forse rotto irreparabilmente, i nostri giovani sono costretti a chiedersi se davvero valga la pena di intraprendere questo tipo di percorso”. È l’amara considerazione con cui il rettore dell’Università di Sassari, Massimo Carpinelli, ha inaugurato il 455/o anno accademico, prima cerimonia di apertura di un ateneo italiano, al quale ha preso parte anche il presidente dell’Inps Tito Boeri. “Produciamo meno laureati degli altri Paesi avanzati – dice il rettore – e di quelli che ce la fanno, 100mila vanno via dall’Italia ogni anno”. Carpinelli ha riferito di uno studio condotto da ricercatori italiani al Trinity College di Dublino, secondo cui “per la prima volta dal dopoguerra il mondo del lavoro in Italia vede restringersi la platea di laureati e di giovani in possesso di una formazione superiore”. (ANSA).

Condividi: