Maroni, zona franca per frontalieri al confine con Svizzera

(ANSA) – MILANO, 27 SET – “E’ una legge che il Consiglio regionale ha approvato nel febbraio 2014, iscritta all’ordine del giorno delle Commissioni Camera e Senato, ma giace in quei cassetti da oltre due anni. Oggi chiederò a Renzi e domani lo farò ufficialmente a Palazzo Chigi, di metterla nella legge di Stabilita’ 2017. E’ una zona franca per la fascia di confine con la Svizzera che consente benefici fiscali alle aziende e consente ai lavoratori lombardi di rimanere qui e non andare a fare i pendolari in Svizzera”. Lo ha detto il Presidente della Regione Lombardia, Roberto Maroni, a margine dell’evento Salini-Impregilo, parlando del progetto di una zona economica speciale per i territori lombardi che confinano con la Confederazione elvetica.

Condividi: