False attestazioni lavori per migranti, due ai domiciliari

(ANSA) – ROVIGO, 2 OTT – Un consulente del lavoro e un commercialista di Adria (Rovigo), padre e figlio, sono stati posti agli arresti domiciliari nel quadro di un’indagine della Guardia di Finanza di Rovigo riguardo false attestazioni per ottenere il permesso di soggiorno o eventuali rinnovi per cittadini extracomunitari, prevalentemente di origine maghrebina. I due, secondo l’ipotesi d’accusa che ha portato all’emissione di un provvedimento da parte del Gip di Rovigo, a tale fine avrebbero continuato a creare ditte fittizie nel settore agricolo, intestate quasi esclusivamente ad altri extracomunitari, generando false assunzioni di maestranze per lavori stagionali, false certificazioni dei redditi percepiti, falsi bilanci, falsi contratti di lavoro, false locazioni di terreni agricoli e macchinari ad uso agricolo nonché false residenze o domiciliazioni. (ANSA).

Condividi: