Tav: Vattimo, mai mentito su qualifica di chi era con me

(ANSA) – TORINO, 5 OTT – Gianni Vattimo si è presentato in Tribunale, a Torino, per rispondere dell’accusa di falso. Nell’agosto 2013, il filosofo ed ex europarlamentare fece visita al No Tav Davide Giacobbe, detenuto alle Vallette, presentando come suoi “consulenti” Nicoletta Dosio e Luca Abbà, anche loro No Tav. La circostanza è ritenuta illecita dal pm Antonio Rinaudo. “Dosio e Abbà erano i miei riferimenti tra i No Tav – ha sostenuto Vattimo – Ho sempre studiato la questione valsusina confrontandomi con loro”. Vattimo, difeso dall’avvocato Carlo Blengino, tornò alle Vallette qualche giorno dopo a fare visita ad altri due No Tav, Paolo Rossi e Davide Forgione, accompagnato sempre dalla Dosio. “Ritengo che la causa No Tav sia condivisibile – ha aggiunto il filosofo – Sarei favorevole se la procedura che riguarda il treno ad Alta Velocità implicasse una partecipazione maggiore degli enti locali. Ma assistiamo a una politica sempre più escludente. Detto questo, non ho mai mentito sulla qualifica di chi era con me”. (ANSA).

Condividi: