Farc e Bogotà, cessate fuoco e nuove trattative pace

(ANSA) – L’AVANA, 7 OTT – Conferma del cessate il fuoco e apertura a nuove trattative dopo la bocciatura dell’accordo di pace nel referendum della scorsa domenica: questi i punti principali di un comunicato comune diffuso oggi dai rappresentati del governo di Bogotà e delle Forze Armate Rivoluzionarie della Colombia (Farc) nei negoziati di pace all’Avana. I negoziatori appoggiano dunque l’iniziativa del presidente Juan Manuel Santos di consultare “i diversi settori della società” in un “processo rapido ed efficace” per definire “correzioni e precisazioni” che saranno poi discusse. Nel breve testo si dichiara che anche se il precedente accordo “contiene le riforme e le misure necessarie” per garantire la fine della guerra, è necessario riconoscere che nel referendum di domenica scorsa gli elettori “si sono espressi in maggioranza per il ‘no’, anche se con un vantaggio molto ridotto”.

Condividi: