Tangenti per appalti Marina: soldi in panettone e in tombino

(ANSA) – TARANTO, 7 OTT – Persino in un panettone a Natale, o tra i cavi di un tombino vicino alla sala mensa della spiaggia sottufficiali di Taranto gli imprenditori avrebbero nascosto i soldi delle tangenti per aggiudicarsi appalti, servizi e forniture della Marina militare. Il danaro depositato nel tombino sarebbe stato poi prelevato da alcuni indagati. Sono particolari che emergono dalle intercettazioni compiute dell’inchiesta della procura di Taranto che ieri ha portato all’esecuzione di 9 ordinanze di custodia cautelare (8 in carcere e una ai domiciliari). Si tratta del filone d’indagine sugli appalti commissionati da Maricommi, il Commissariato della Marina militare.

Condividi: