Stamina: senatrice Cattaneo, noi eravamo preoccupatissimi

(ANSA) – TORINO, 10 OTT – “Noi eravamo preoccupatissimi” rispetto alla metodica Stamina e “la comunità scientifica era contraria”. lo ha detto Elena Cattaneo, senatore a vita, farmacologa e biologa, testimoniando al processo che vede imputati quattro medici degli Spedali Civili di Brescia, dove la terapia di Davide Vannoni venne sperimentata per qualche tempo. “Più volte – ha spiegato – sollecitammo il ministro Balduzzi a fare attenzione. Ma il decreto venne fatto lo stesso”. Il provvedimento in questione è quello del 22 maggio 2013, che di fatto autorizzò i pazienti già in cura con il metodo Stamina a continuare le terapie. In aula ha anche testimoniato Luca Giuseppe Merlino, direttore vicario della sanità lombarda, uno dei primi pazienti a sottoporsi alla terapia: “Ho avuto l’impressione che i promotori di Stamina si siano approfittati di me, sia come paziente sia come dirigente regionale. E sono stato utilizzato per sensibilizzare l’opinione pubblica. Per esempio mi hanno fatto intervistare da Le Iene”. (ANSA).

Condividi: