Roma 2024: Malagò, per la candidatura spesi 13 milioni

(ANSA) – ROMA, 18 OTT – “Il processo di candidatura si è interrotto, sono stati spesi circa 13 milioni di euro. Spese non recuperabili”. Lo afferma il presidente del Coni Giovanni Malagò, intervistato a Radio 24. “Fino al 3 febbraio (data di consegna dell’ultima parte del dossier, ndr) può ancora cambiare tutto? No, è la fine”, aggiunge il capo dello sport italiano, spiegando che “siamo arrivati a fine corsa. Ci poteva essere un piano B: andare avanti a prescindere dal Comune, ma l’abbiamo scartato. La rinuncia di Roma, peraltro, pregiudica altre candidature, perché ora il Cio è diffidente nei confronti della politica italiana e di chi cambia idea. Ad ogni modo, prima bisognerà vedere se per il 2024 vinceranno Parigi o Budapest, che sono europee, oppure Los Angeles, che è americana”. Infine, ad una domanda sul suo stato emotivo la settimana scorsa, al momento di annunciare l’interruzione della candidatura: “No, non ho pianto ma mi sono commosso. Non erano lacrime, forse qualcosa di peggio. Io ci ho sperato fino all’ultimo”.

Condividi: