Lega: Rosi Mauro, Bossi sapeva di investimenti in Tanzania

(ANSA) – MILANO, 13 MAR – “Belsito mi ha sempre detto che Bossi sapeva di tutti gli investimenti” della Lega e quindi “presumo anche di quello in Tanzania” e a Cipro, operazione per 5,7 milioni, e che ha fatto scoppiare il caso. Lo ha detto Rosi Mauro, la ‘pasionaria’ del Carroccio sentita come teste al processo a carico di Umberto Bossi, del figlio Renzo, e dell’ex tesoriere Francesco Belsito imputati per le presunte spese personali con i fondi del partito. Prima di Rosi Mauro ha deposto Loredana Pizzi, sindaco di Lazzate ed ex addetta alla contabilità di via Bellerio. La donna tra l’altro, ha parlato dei cosiddetti “rimborsi forfettari” da 2500 ai 5000 euro e più in contanti e “senza giustificativi” dati ai dipendenti e collaboratori di cui aveva un elenco. E quando il pm Paolo Filippini le ha fatto notare che, secondo le indagini, la cassa “non quadrava” perché a fronte di prelevamenti di oltre 3 milioni risultavano giustificate uscite solo per 1, milioni, Pizzi ha detto in pratica di non saperne nulla.

Condividi: