‘Ndrangheta: ucciso in Spagna pregiudicato Giuseppe Nirta

Pubblicato il 10 giugno 2017 da ansa

(ANSA) – AOSTA, 10 GIU – E’ stato ucciso alle prime ore di oggi in Spagna Giuseppe Nirta, 52 anni, originario di San Luca (Reggio Calabria), già coinvolto nell’operazione Minotauro sulla ‘ndrangheta in Piemonte e con precedenti per traffico di stupefacenti. Sul suo corpo sono stati trovate ferite da arma da fuoco e da taglio. Dell’omicidio, avvenuto nella comunità di Murcia, si occupano le autorità spagnole. Il suo nome era finito anche nell’ordinanza del gip di Milano Giuseppina Barbara che il 30 gennaio scorso aveva portato all’arresto del pm di Aosta, ora sospeso, Pasquale Longarini e del suo amico imprenditore Gerardo Cuomo. Secondo l’ipotesi della procura meneghina Longarini, venuto a conoscenza delle indagini della Dda di Torino e dei carabinieri del Gruppo Aosta su Cuomo e Nirta, aveva avvisato l’amico, che aveva così subito interrotto i rapporti con Nirta. Nel 2016 la Cassazione aveva annullato con rinvio la condanna di secondo grado a tre anni e otto mesi di reclusione per Nirta nel processo Minotauro.

I commenti sono chiusi.

Ultima ora

15:41Atletica:10 dicembre a Trieste la prima ‘Corsa del Ricordo’

(ANSA) - ROMA, 21 NOV - Il successo delle quattro edizioni romane della Corsa del Ricordo, che rinnoverà l'appuntamento con i podisti romani il prossimo 4 febbraio 2018 quando nelle vie del quartiere Giuliano-Dalmata della Capitale si correrà per la quinta volta, avrà per la prima volta come teatro anche Trieste. La manifestazione, nata da un'idea di Roberto Cipolletti presidente dell'Asi Lazio, si è ritagliata nel corso degli anni uno spazio importante nel panorama del podismo capitolino, ed ha recitato sin dalla prima edizione, un ruolo fondamentale per polarizzare l'attenzione dei media e dell'opinione pubblica sulla tragedia delle Foibe e sul drammatico esodo delle Popolazioni Giuliano-Dalmate. La Corsa del Ricordo naturalmente non poteva non avere come teatro anche Trieste, città simbolo dell'esodo. Nel capoluogo giuliano si correrà il prossimo 10 dicembre, con partenza ed arrivo dalla splendida piazza dell'Unità d'Italia, su un percorso particolarmente suggestivo e significativo per le popolazioni Giuliano-Dalmate.

15:38Golf: Hong Kong, subito rivincita tra Fleetwood e Rose

(ANSA) - ROMA, 21 NOV - Il golf non si ferma mai. Da Dubai a Hong Kong, nemmeno il tempo di esultare o smaltire le delusioni. Riparte la sfida tra il numero uno della Race To Dubai 2017, Tommy Fleetwood, e il grande sconfitto Justin Rose. Allo Ubs Hong Kong open (23-26 novembre) si affrontano le stelle del golf mondiale ed europeo. Tra i grandi protagonisti del torneo anche il campione Masters, Sergio Garcia, alla prima apparizione a Fanling. E' il primo evento della stagione 2018 e i big intendono partire col piede giusto. Davvero un field di alto livello quello in scena a Hong Kong con la presenza, tra gli altri, anche di altri due iberici: Rafa Cabrera Bello e Miguel Angel Jimenez, ma anche degli statunitensi Daniel Brooks e Julian Suri, oltre che del britannico Matthew Fitzpatrick, del thailandese Kiradech Aphibarnrat, del gallese Jamie Donaldson, dello svedese Alexander Bjork e dell'australiano Marcus Fraser. A rappresentare l'Italia Edoardo Molinari, Nino Bertasio e Matteo Manassero.

15:31Incendiato negozio presidente Camera commercio Reggio C.

(ANSA) - REGGIO CALABRIA, 21 NOV - Attentato incendiario la scorsa notte contro il negozio dell'azienda vinicola di proprietà della famiglia del presidente della Camera di commercio di Reggio Calabria, Antonino Tramontana. Il portone d'ingresso del negozio, nel rione "Gallico", é stato cosparso di benzina e dato alle fiamme. I danni dell'incendio sono ingenti. Sempre durante la notte scorsa, inoltre, nello stesso rione Gallico, sono stati sparati numerosi colpi di pistola contro le saracinesche di un supermercato. La zona di Gallico é stata teatro negli ultimi mesi di una faida scoppiata dopo l'uccisione del boss Domenico Chirico, esponente di primo piano del raggruppamento mafioso che fa riferimento al boss ergastolano Pasquale Condello, detto "'u supremu". Nei giorni scorsi, inoltre, sette persone erano state arrestate nell'ambito delle indagini sull'omicidio di Giuseppe Canale, un giovane pregiudicato indicato dagli inquirenti come elemento legato alla cosca Condello. (ANSA).

15:31Calcio: Serie B, sei giocatori squalificati per un turno

(ANSA) - ROMA, 21 NOV - Sono sei i giocatori squalificati - e tutti per un turno - dal Giudice sportivo di Serie B dopo la 15/a giornata di campionato. Si tratta di Addae (Ascoli), Dall'Oglio (Brescia), Agazzi (Foggia), Busellato (Bari), Di Tacchio (Avellino) e Vitale (salernitana).

15:30Maltrattamenti ad anziano,badante gli imbratta viso di feci

(ANSA) - ALGHERO, 21 NOV - Una donna di 63 anni, badante di un invalido di 90 anni, allettato per via delle conseguenze di un ictus, é stata denunciata dai familiari dell'uomo per maltrattamenti. La donna, originaria di Osilo (Sassari) ma residente ad Alghero, avrebbe cosparso di feci il volto dell'uomo, impossibilitato a difendersi: l'anziano ha gridato, attirando le attenzioni della moglie, un'ex insegnante 80enne, che si trovava nella stanza accanto, e della figlia, 43enne, che si trovava nel suo appartamento, al piano superiore di una elegante palazzina in una zona residenziale, non lontano dal lungomare Dante. Colta sul fatto la badante non ha mostrato il minimo segnale di pentimento. Dopo l'intervento di una volante del commissariato, la badante è stata licenziata in tronco e allontanata dall'appartamento dei due anziani coniugi. Poco dopo le due donne hanno presentato denuncia, rivelando che non si tratterebbe del primo episodio di maltrattamenti: alcune settimane fa l'uomo è stato legato al letto mani e piedi.

15:27Bolletta da un centesimo, “paga o stacchiamo corrente”

(ANSA) - PORDENONE, 21 NOV - "Paga o ti stacchiamo la corrente": questo, in estrema sintesi, il contenuto di un avviso per morosità giunto ad una residente di Prata (Pordenone). L'importo da saldare? Un centesimo. Protagonista dell'episodio - riferisce stamani Il Gazzettino - un'anziana che si è vista recapitare una raccomandata con ricevuta di ritorno con la quale un fornitore di energia - Audax Energia di Vinovo (Torino) - ha messo in mora il servizio di cui usufruisce. L'azienda, interpellata dall'ANSA, ha confermato l'autenticità della bolletta e, "scusandosi per gli inconvenienti", ha riferito che valuterà "perché è accaduto visto che c'erano altre modalità di recupero di quella somma per un cliente ancora attivo". Per Franco Rossetto, fratello di Adolfo, morto di recente e destinatario della bolletta, si tratta di "un comportamento inaccettabile anche perché riguarda una persona anziana, rimasta vedova da pochissimi giorni. Non riusciamo a darci una spiegazione dell'accaduto, che - ha concluso - non ha alcun senso".

15:21Assalti portavalori in Sardegna: arrivano le prime condanne

(ANSA) - CAGLIARI, 21 NOV - Diciassette anni a Salvatore Sanna, 7 anni rispettivamente a Vittorio Fogu e Pietro Mereu, 5 anni e quattro mesi a Giovanni Francesco Bussu e 4 anni e quattro mesi a Francesco Fabrizio Crisponi. Sono le condanne pronunciate dal Gup del Tribunale di Cagliari Giovanni Massidda al processo con rito abbreviato a cinque componenti della presunta banda accusata di aver assaltato furgoni portavalori in Sardegna. Il giudice ha sostanzialmente accolto, anche se riducendole in alcuni casi, le richieste del pubblico ministero Danilo Tronci, sostituto procuratore della Direzione distrettuale antimafia di Cagliari che aveva sollecitato condanne da 4 a 20 anni di reclusione. Gli episodi contestati alla banda - ma gli imputati in abbreviato devono rispondere di singole e differenti imputazioni - vanno dall'ottobre 2013 al marzo 2016 e riguardano una lunga sequenze di 'colpi'. La rapina alla sede della Vigilanza Sardegna di Nuoro (14 ottobre 2013, bottino 5 milioni di euro), il tentativo di assalto alla Mondialpol di Arzachena (27 luglio 2015), l'assalto al portavalori della Vigilpol sulla statale 131 a Bonorva (1 settembre 2015, bottino 500 mila euro), le tentate rapine sempre a portavalori a Siligo e Barbusi (il 23 novembre e l'1 dicembre 2015), gli assalti falliti ad altri blindati Mondialpol (il 7 dicembre 2015 sulla Ardara-Siligo e il 21 dicembre 2015 sulla Olbia-Sassari). In qualche caso il Gup Massidda ha assolto alcuni imputati da singoli capi di imputazione, ma ha riconosciuto la sussistenza dell'associazione a delinquere. In Tribunale - davanti al collegio presieduto da Ermengarda Ferrarese - si sta tenendo invece il dibattimento nei confronti degli altri 26 imputati, 16 dei quali detenuti. Tra questi spiccano i presunti capibanda: l'ex vicesindaco di Villagrande Strisaili (Nuoro) Giovanni Olianas, Luca Arzu e Angelo Lostia.(ANSA).

Archivio Ultima ora