Bancarotta: pm chiede condanna a 3 anni per Emilio Fede

(ANSA) – MILANO, 12 GIU – Una condanna a tre anni di carcere è stata chiesta oggi dal pm di Milano Eugenio Fusco nei confronti di Emilio Fede. Il giornalista è imputato per concorso in bancarotta con Lele Mora – che è uscito dal procedimento con un patteggiamento – per aver distratto un milione e 100 mila euro, ovvero il 40% del finanziamento di 2 milioni e 750 mila euro versato nel 2010 in più tranche da Silvio Berlusconi all’ex talent scout per il salvataggio della sua impresa, la Lm Management. Il pm ha spiegato che la somma versata dall’ex premier è stata “distratta dal fallimento e divisa con Fede ma anche trattenuta da Mora” per i suoi “capricci inutili”. “Quel finanziamento – ha detto – sarebbe servito per sanare la disastrosa situazione in cui versava l’impresa di Mora. Quei denari non dovevano essere dirottati in parte a Fede per i suoi buoni uffici presso Berlusconi. Non ne aveva diritto”.

Condividi: