Pena morte: esecuzione in Virginia, uomo era malato mentale

Pubblicato il 07 luglio 2017 da ansa

(ANSA) – RICHMOND (USA), 7 LUG – Un uomo originario della Virginia accusato di avere ucciso un vigilante di un ospedale e un vicesceriffo nel 2006 per sfuggire all’arresto, è stato messo a morte a Jarratt, in Virginia, al termine di una campagna senza successo per far riconoscere i suoi problemi mentali. William Morva, 35 anni, è stato dichiarato morto alle 9.15 ora locale, dopo una iniezione letale, al Greensville Correctional Center. Si è trattato della prima esecuzione portata avanti in Virginia secondo un nuovo protocollo che ha secretato gran parte della procedura. La morte di Morva giunge poco dopo l’annuncio del governatore democratico dello Stato contrario alla sospensione della pena, nonostante le pressioni per il riconoscimento della sua incapacità di intendere e volere durante i fatti. Avvocati e legislatori sostenevano che l’uomo soffriva di una grave forma di malattia mentale che gli rendeva impossibile distinguere tra illusione e realtà. L’uomo, invitato a pronunciare le sue ultime parole, ha risposto di no.

I commenti sono chiusi.

Ultima ora

17:18Cp a Pd,serve immediata calendarizzazione ius soli

(ANSA) - ROMA, 23 NOV - "La riunione di oggi è servita per mettere nero su bianco fatti politici e punti programmatici che Campo Progressista ritiene imprescindibili per proseguire il dialogo avviato con il Partito Democratico". Così Ciccio Ferrara di Campo Progressista al termine dell'incontro con Piero Fassino e Maurizio Martina del Pd affermando che "per poter proseguire il confronto, servono fatti politici concreti" come l'immediata calendarizzazione di Ius Soli e biotestamento.

17:16Coni: Malagò, tutti gli sport più poveri senza Mondiali

(ANSA) - BOLZANO, 23 NOV - Per il presidente del Coni Giovanni Malagò la mancata qualificazione dell'Italia dai Mondiali in Russia avrà ricadute economiche, "un danno finanziario che intaccherà anche aspetti sociali, occupazionali, d'immagine e di prestigio". A Bolzano per i 20 anni della Casa dello Sport Malagò ha ribadito che il calcio "è uno sport come tanti altri ma, nel nostro paese, all'atto pratico non è così". Secondo il presidente del Coni, "il danno economico si spalmerà anche sugli altri settori e altri sport, siamo tutti un po' più poveri". Interpellato sul paventato commissariamento della Figc, ha risposto: "L'unica soluzione adottabile è di mettere il calcio italiano in condizione di esprimere una sua rappresentanza".

17:06Calcio: Lotti, buon lavoro a Balata

(ANSA) - ROMA, 23 NOV - "Complimenti" e "buon lavoro": è questo il messaggio che il ministro per lo Sport Luca Lotti invia a Mauro Balata, eletto oggi presidente della Lega di Serie B. "Al presidente Balata - afferma il ministro Lotti in una nota - rivolgo i miei più sinceri auguri di buon lavoro. Sono certo che anche attraverso il suo impegno e la sua dedizione il calcio italiano potrà affrontare le sfide future con maggiore forza e convinzione".

17:03F1: ad Abu Dhabi si pensa già al futuro

(ANSA) - ROMA, 23 NOV - "Qualunque sia stata la debolezza di Sebastian, ci lavorerà durante il prossimo inverno. Nessuno è perfetto, anche io ho aspetti da migliorare". Domenica ad Abu Dhabi si corre l'ultimo gran premio della stagione e per tutti, a cominciare dal campione del mondo Lewis Hamilton, è tempo di bilanci. Il pilota Mercedes è certo che nel 2018 Vettel farà di tutto "per alzare l'asticella" del confronto, "e lo stesso dovrò fare io. Altrimenti l'esito della stagione sarà diverso". La Ferrari "ha avuto una stagione molto, molto buona - ha riconosciuto Hamilton in conferenza stampa - Sono stati in testa al mondiale e non era per fortuna. E l'anno prossimo anche la Red Bull lotterà per il titolo". In un clima rilassato, Vettel ha risposto scherzosamente, affermando che vincere il titolo nel 2018 sarà "una passeggiata" se la Ferrari confermerà i miglioramenti acquisiti dal 2016. Poi, più seriamente, ha aggiunto: "L'ultimo passo è sempre il più difficile, ma la squadra è pronta".

17:02Sappada: Brunetta a Mattarella, rinvii legge alle Camere

(ANSA) - ROMA, 23 NOV - Il presidente dei deputati di Forza Italia, Renato Brunetta, ha inviato una lettera al presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, in cui chiede di rinviare alle Camere la legge sul distacco del comune di Sappada dalla regione Veneto e della sua aggregazione alla regione Friuli Venezia Giulia. Brunetta parla di "gravi violazioni del procedimento previsto dall'articolo 132 della Costituzione" nell'esame del disegno di legge. In particolare Brunetta sostiene che "non è mai avvenuto quello 'specifico e solenne coinvolgimento delle Regioni interessate attraverso la richiesta ai loro Consigli regionali del parere sulla proposta "richiamato dalla Corte Costituzionale. E' stata invece ritenuta sufficiente "una semplice mozione approvata dal Consiglio regionale antecedente a quello attualmente in carica e peraltro diretta non al Parlamento, ma alla Giunta regionale".

16:58Calcio: Lega Serie B, Balata eletto presidente

(ANSA) - MILANO, 23 NOV - Mauro Balata è il nuovo presidente della Lega B. Commissario della stessa Lega da un paio di mesi, è stato eletto alla prima votazione dalle società riunite in assemblea.

16:57Elezioni: Bindi, su impresentabili forze politiche distratte

(ANSA) - ROMA, 23 NOV - I controlli sugli impresentabili "sono insufficienti". "Ma non sono solo i casellari giudiziari - dice la presidente della commissione Antimafia Rosi Bindi al Gr1 - che ci aiutano a capire la qualità della classe dirigente. La prima responsabilità sta nelle forze politiche che invece sono molto distratte da questo punto di vista e preoccupate solo di vincere le elezioni. E' fondamentale che la politica svolga un lavoro molto più accurato nella selezione della classe dirigente". Quanto ai controlli dell'Antimafia per le elezioni siciliane, assicura: "Potremmo renderli noti la prossima settimana". "Sicuramente c'è stata molta più attenzione in queste ultime regionali - dice ancora - perché credo che il lavoro dell'antimafia sia servito soprattutto a rendere più attente e più vigilanti le commissioni elettorali e l'informazione. Purtroppo non posso dire altrettanto dell'impegno delle forze politiche perché quello che sta emergendo dalle elezioni siciliane è davvero molto grave".

Archivio Ultima ora