Incendi: roghi dolosi in Sardegna, indagini Forestale

(ANSA) – CAGLIARI, 15 LUG – Molti degli incendi divampati ieri in tutta la Sardegna sono di origine dolosa. Ne sono convinti gli uomini del Corpo forestale che hanno avviato una minuziosa attività ispettiva e di verifica. Una serie di accertamenti che presto potrebbero portare a sviluppi importanti. Intanto oggi dalle prime ore della giornata sono in corso le operazioni di bonifica di due dei 14 roghi scoppiati ieri. Due elicotteri e un Canadair stanno lanciando bombe d’acqua su Irgoli, nel nuorese, mentre le squadre a terra spengono gli ultimi focolai attivi. Non si tratta di fiamme alte, ma si sta mettendo in sicurezza tutta l’area per evitare che il fuoco si riaccenda. Discorso analogo ad Alà dei Sardi, in Gallura: qui il rogo divampato giovedì che non si è mai arrestato. Anche in questo caso accanto alle squadre a terra composte da Corpo forestale, operai di Forestas, barracelli, Protezione civile, volontari e vigili del fuoco, stanno operando tre elicotteri e un Canadair. La situazione attualmente sembra essere sotto controllo, anche grazie alla bassa intensità del vento di maestrale. Corpo forestale e Protezione civile non si sbilanciano su un bilancio dettagliato dei danni: gli incendi degli ultimi due giorni, secondo una stima approssimata, hanno “mangiato” alcune migliaia di ettari di macchia mediterranea, pascoli incolti e boschi. Solo in Gallura sono andati distrutti 1.700 ettari di sugherete. (ANSA).

Condividi: