8 marzo: a Specchia una panchina rossa in ricordo di Noemi

(ANSA) – SPECCHIA (LECCE), 8 MAR – Una panchina per la vita, nel ricordo di Noemi Durini. E’ quella che il Comune di Specchia ha consegnato alla sua comunità in una cerimonia cui hanno partecipato anche i genitori della sedicenne brutalmente assassinata lo scorso settembre. Per il delitto è in carcere il suo fidanzato che ha prima confessato e poi ritrattato. La panchina è rossa, simbolo del martirio. Numerosa la gente accorsa in piazza Sant’Oronzo dove è stata scoperta dal sindaco di Specchia Rocco Pagliara e dai genitori di Noemi. La mamma, Imma Rizzo, indossava una maglietta con il volto della figlia con la scritta “L’amore è un’altra cosa. Insieme facciamo grandi cose”. “E’ quello che ripeto a tutti – ha detto dice Imma – specie ora che ho dato vita alla Casa di Noemi, un’associazione che ha l’obiettivo avviare un percorso di sensibilizzazione delle coscienze soprattutto nei giovani e aiutarli a prevenire e combattere la violenza di genere e ogni forma di sopruso. Mia figlia è con me e mi guiderà. Insieme faremo grandi cose”.

Condividi: