Tolto passaporto a Battisti, dati falsi per nozze

(ANSA) – BRASILIA, 17 APR – Il giudice Sergio Castresi de Souza Castro, del distretto di Cananeia, ha imposto una serie di misure restrittive a Cesare Battisti e alla moglie brasiliana Joice Lima: ritiro del passaporto, proibizione di lasciare Cananeia o uscire di casa dopo le 22 e obbligo di presentarsi una volta al mese alle autorità locali per informare delle loro attività. Questa volta l’ex terrorista dei Proletari Armati per il Comunismo (Pac) è accusato di aver fornito un indirizzo falso in occasione del suo matrimonio.

Condividi: