Calcioscommesse, nessun confronto all’americana

Pubblicato il 13 aprile 2012 da redazione

ROMA – Il confronto all’americana non c’é stato: l’accusatore, Carlo Gervasoni, torchiato dieci ore da una parte, l’accusato, Stefano Mauri, dall’altra a rispondere al fuoco di domande della Procura. E’ il giorno dei big, dei pesci grossi, nell’inchiesta bis sul calcioscommesse: sfila la Lazio davanti agli uomini guidati da Stefano Palazzi, perché oltre a Mauri il pool ha ascoltato anche Cristian Brocchi. Audizioni-fiume per fare luce sulle rivelazioni fatte ai magistrati dal superpentito Gervasoni e che ora tengono in ansia club e tifosi.
Mauri arrivato teso e uscito dopo tre ore e mezza decisamente più disteso ha infatti rivolto il primo pensiero ai supporter laziali:
– Ci tengo a ringraziare tutti i tifosi che in questi giorni mi sono stati vicino…grazie per tutto l’affetto e la carica che mi trasmettete. State tranquilli, spero la vicenda si chiuda al più presto.
Ripete lo stesso anche Brocchi (tenuto in anticamera qualche ora e poi interrogato per quasi cinque), rassicurando i tifosi:
– Non dubitate di me.
La lunga giornata negli uffici della procura federale è cominciata di buon mattino: Mauri deve essere sentito dopo che Gervasoni nell’interrogatorio del 12 marzo scorso davanti ai giudici di Cremona, la prima delle procure che ha dato il via all’inchiesta sulle scommesse, aveva indicanto il centrocampista laziale come uno degli autori della presunta combine con il Genoa (sarebbero coinvolti Dainelli e Milanetto) del maggio 2011. Per quell’affare avrebbero ricevuto soldi dalla banda degli zingari di cui il latinante Ilievski sarebbe un emissario.
Mauri ha sempre negato qualsiasi legame, ma Gervasoni nell’interrogatorio aveva dichiarato:
– Ilievski mi mostrò una foto sul cellulare che lo ritraeva abbracciato a Mauri.
Una foto che confermerebbe la presenza degli zingari a Formello nel giorno della partita con i geoani. Mauri e Gervasoni non si sono incontrati (il secondo è uscito dalla Procura a tarda sera): l’unico contatto tra i due sarebbe stato indiretto con gli uomini della Procura a fare da spola tra le due stanze, per verificare le dichiarazioni che stavano fornendo. Gervasoni infatti tira in ballo Mauri anche per Lecce-Lazio.
– Zamperini (ex calciatore e amico di Mauri, coinvolto nella vicenda ndr) si mise in contatto con Mauri, non so quale sia stato il contatto per arrivare ai giocatori del Lecce.
Accuse precise, ma i giocatori biancocelesti e i loro legali hanno detto di sentirsi tranquilli.
– Non posso parlare ma sono sereno e tranquillo – le parole di Mauri.
I suoi legali (Amilcare Buceti e Matteo Melandri) hanno sottolineato che “non ci sono state fatte contestazioni, ci aspettiamo che si chiarisca tutto presto, insomma l’archiviazione”. Anche l’avvocato di Brocchi ha insistito sull’esito positivo dell’incontro.
– Cristian ha tenuto molto a chiarire la sua estraneità ai fatti – ha spiegato -, ama il calcio ed è una figura specchiata e un’icona per i giovani.
Brocchi doveva rispondere della sua conoscenza con Zamperini, ma la sua audizione è stata interminabile.
– Abbiamo avuto un problema tecnico con la rottura della stampante – ha precisato l’avvocatessa. Nonostante le rassicurazioni i tifosi della Lazio cominciano a sentire l’ansia: se infatti venisse confermato il coinvolgimento dei biancocelesti a pagarne le spese sarebbe anche la squadra, attualmente in corsa per un piazzamento Champions.
– I nostri giocatori sono estranei alla vicenda – ha ribadito l’avvocato del club Gian Michele Gentile che ha commentato anche la proposta di modificare la responsabilità oggettiva messa all’ordine del giorno dell’assemblea di Lega del 20 aprile prossimo -. E’ possibile modificarla, ma non credo verrà cambiata. Si può però rivedere come applicarne i criteri. Se un giocatore rema contro la società, se fa una rapina contro la società, non è possibile che il club debba risponderne perché il club è parte lesa.
Ma non c’é, da parte dei vertici sportivi, aria di revisioni in materia: il presidente del Coni Gianni Petrucci è stato chiaro di nuovo:
– Io dico che un presidente normale, sereno, saggio di buon senso in questo momento in cui sta uscendo quello che sta uscendo, come può ancora pensare a togliere uno dei capisaldi dello sport non solo del calcio?. Come si può pensare che la Lega si riunisca e di nuovo parli non di etica ma di come alleggerire eventuali responsabilità. Sono cose assurde.
In linea il presidente della Figc Giancarlo Abete:
– Si tratta di un presidio del sistema sportivo internazionale ed è quindi destinato a rimanere.
Regole già scritte, e i deferimenti sono ormai alle porte.

Ultima ora

10:58Tornano gli Italian sport awards, Immobile fra i premiati

(ANSA) - ROMA, 14 DIC - Ritornano gli Italian sport awards, i premi ai calciatori italiani protagonisti della stagione 2016/17. Appuntamento lunedì a Cappacio-Paestum (Sa). L'evento, ideato da Donato Alfani è giunto alla 7/a edizione e si è contraddistinto come uno dei riconoscimenti più importanti nel panorama nazionale, tanto da ricevere il patrocinio di Coni e Figc. Tanti gli ospiti presenti alla serata di gala: per la Serie A incetta di premi per la Lazio, con Immobile, Parolo e Inzaghi. Premiati anche Cordaz, Nalini, il tecnico Rastelli, il ds Zamagna dell'Atalanta, l'arbitro Rocchi. Grande spazio anche alla Serie B, con i premi ad Amato Ciciretti, Coda, Dionisi, Soddimo, Favilli, oltre agli allenatori Semplici e Bucchi, protagonisti con Spal e Perugia, all'arbitro Manganiello. Tanti anche i premi destinati ai club di Serie C e D. "Siamo alla 7/a edizione e questo è già motivo d'orgoglio - dice Alfani -. Vorrei ringraziare tutti i membri della giuria che hanno supportato questo format".

10:48Auto: Profeta va all’assalto della Ronde di Sperlonga

(ANSA) - ROMA, 14 DIC - Tradizionale impegno di fine anno per il pilota palermitano Alessio Profeta che, nel prossimo week-end, sarà al via della 9/a Ronde di Sperlonga (Lt). Il ventunenne portacolori della scuderia Island motorsport sarà al volante della Peugeot 208 in configurazione R5, coadiuvato dalla conterranea Jessica Miuccio. L'affiatato equipaggio isolano, già sfortunato protagonista nella Ronde di Gioiosa Marea (Me) di pochi giorni addietro (archiviata anzitempo per l'afflosciamento della gomma anteriore sinistra, dovuto a un brusco 'atterraggio' subito dopo un salto quasi a fine tracciato), punterà a un piazzamento di rilievo, pur consapevole di doversi confrontare con alcuni tra i migliori interpreti nazionali della disciplina. Per Profeta si tratterà della seconda partecipazione consecutiva alla gara laziale, dopo un esordio degno di nota all'edizione 2016, contrassegnato dall'11/a piazza assoluta e, in quell'occasione, per la prima volta alla guida della Ford Fiesta R5. La manifestazione si aprirà sabato 16 dicembre.

10:48Calcio: Copa Sudamericana, vincono argentini Independiente

(ANSA) - SAN PAOLO (BRASILE), 14 DIC - Gli argentini dell'Independiente hanno vinto la Copa Sudamericana, secondo trofeo più prestigioso del Sud America (paragonabile a un'Europa League sudamericana). Un pareggio ieri sera per 1-1 con i brasiliani del Flamengo a Rio de Janeiro ha regalato agli argentini una vittoria per 3-2 nel risultato complessivo e il loro secondo titolo nella competizione. Il titolo riporta un certo orgoglio all'Independiente, dopo che la squadra di Buenos Aires è stata retrocessa nel suo campionato nazionale nel 2013.

10:39Sci: Cortina 2021, siglati protocolli antimafia

(ANSA) - BELLUNO, 14 DIC - Una 'lente d'ingrandimento' sulle vicende societarie delle imprese esecutrici e un controllo coordinato dei cantieri: sono gli strumenti principali previsti nelle due intese sottoscritte in Prefettura a Belluno per prevenire le infiltrazioni mafiose nel settore degli appalti legati all'organizzazione dei Mondiali di sci alpino di Cortina nel 2021. Il progetto è articolato su due accordi che consentiranno di rendere più efficace la prevenzione da indebite ingerenze della criminalità organizzata nell'esecuzione delle opere pubbliche. Il primo consentirà di disporre di un quadro informativo completo sulle ditte appaltatrici, il secondo di prevenire tentativi di infiltrazione della criminalità organizzata nelle opere rientranti nel "Piano straordinario per l'accessibilità a Cortina 2021".

10:24Gerusalemme: fonti, rinviata visita Mike Pence

(ANSAmed) - TEL AVIV, 14 DIC - La visita dal 17 al 19 dicembre del vicepresidente Usa Mike Pence in Israele e nella regione è stata rinviata "di qualche giorno". Lo afferma una fonte a Gerusalemme secondo cui la decisione è legata all'esigenza della presenza di Pence al Congresso Usa. La visita - secondo la stessa fonte - è stata riprogrammata per la metà della prossima settimana.

10:01Tunisia: disordini ieri sera nella capitale

(ANSAmed) - TUNISI, 14 DIC - E' tornata la calma nel quartiere popolare del Kram di Tunisi, dopo gli scontri ieri sera tra forze dell'ordine e un gruppo di giovani sceso in strada per protestare contro il trattamento brutale, secondo alcuni testimoni, riservato dalla polizia a un pescivendolo del quartiere. Dopo l'uso di gas lacrimogeni per disperdere i manifestanti la situazione è tornata alla normalità, riferiscono i media locali.

10:00Giappone: indennizzo governo a operaio Fukushima

(ANSA) - TOKYO, 14 DIC - Il ministero del Lavoro giapponese ha certificato il diritto all'indennizzo delle spese mediche per un ex operaio della centrale nucleare di Fukushima, ammalatosi di leucemia dopo un'eccessiva esposizione alle radiazioni. Secondo il canale pubblico Nhk, l'uomo, poco più che quarantenne, ha lavorato 19 anni per la Tokyo Electric Power (Tepco), il gestore dell'impianto che ha subito le maggiori conseguenze dello tsunami e la successiva dispersione delle radiazioni. L'operaio è stato esposto a 99,3 millisieverts di radiazioni; un valore che secondo il ministero della Salute nipponico può causare la leucemia. Si tratta della quarta persona in Giappone a vedere riconosciuti i propri diritti ad un rimborso, dopo aver certificato lo sviluppo della leucemia e il cancro alla tiroide, come conseguenza delle condizioni di lavoro. Dalla catastrofe di Fukushima circa 56.000 persone sono state impiegate per i lavori di smantellamento dell'impianto fino al maggio di quest'anno.

Archivio Ultima ora