Caracas, Pietro Caschetta è il nuovo presidente del Civ

CARACAS – Il Centro Italiano Venezuelano di Caracas ha un nuovo Presidente. Si tratta di Pietro Caschetta, candidato della Lista 1, che con 680 voti contro 410 ha sorpassato il suo concorrente, Mario Stifano. Governerà il sodalizio per il biennio 2012-2014 a partire dal prossimo 12 maggio, giorno in cui prenderà il posto dell’industriale Mauro Chiavaroli, che lascia dopo due mandati consecutivi.
Nella lista compaiono: Antonio Pucillo (primo VicePresidente); Vincenzo Mazzone (secondo VicePresidente); Antonio Mucci (Segretario); Hugo Travaglini (ViceSegretario); Marlene Casciano (Tesoriere); Giovanni Capanelli (ViceTesoriere). I Direttori sono: Pasquale Di Pasquale, Angelo Ferzola, Andrea Capuzzi, Roberto Murrocu, Alberto Inglese, Vicente Isabella, Aldo Pace, Nicolino Taddeo, Antonio Touza e Oscar Timpanaro.
Quello che ha colpito gli elettori è la composizione delle due liste, integrate quasi interamente dalle stesse persone. Nella Lista 2, infatti, tranne l’aspirante Presidente Mario Stifano, Giuseppe Volpe come secondo VicePresidente, Angelo Ferzola, Mauro Ferrara e Ana Rosa Cardone come Direttori, i soci che aspiravano alle cariche direttive sono esattamente gli stessi che appaiono nella Lista 1, quella vincitrice. In parole povere, a prescindere dalla Lista che sarebbe risultata come la più votata, 12 persone sarebero comunque diventate parte della nuova Giunta Direttiva del Centro Italiano Venezuelano.
Inoltre, sono numerosi i nomi che si ritrovano anche nella Giunta di Mario Chiavaroli. L’industriale Mazzone resta, come nel passato biennio, secondo VicePresidente, Mucci Segretario. L’economista Casciano resta Tesoriere e l’ingegnere meccanico Travaglini il suo Vice. Si confermano infine come Direttori l’industriale Pace e il commerciante Capuzzi.
Insomma, sembra che tra i quasi 5 mila soci del sodalizio, siano davvero pochi quelli che vogliono impegnarsi…
Le elezioni, cui hanno partecipato 1109 votanti (19 i voti nulli) si sono tenute lo scorso 14 e 15 aprile. La Commissione elettorale era formata da Andrés Perillo, Tommaso Caputo e Giovanni Laveglia. Nella stessa giornata sono stati scelti anche i membri del ‘Tribunal Disciplinario y Comisarios’. M.V.