Pirelli: “In Bahrain, stessi pneumatici che in Australia e in Cina”

ROMA – Il Bahrain è uno dei tre circuiti sui quali Pirelli non ha ancora corso ma, a differenza del Gp di Hockenheim e di quello degli Stati Uniti, all’azienda italiana il circuito di Sakhir non è del tutto sconosciuto, avendovi effettuato due sessioni di test nel dicembre 2010 e nel gennaio 2011, in vista del suo ritorno in Formula 1.
Pirelli porterà gli pneumatici P Zero White medium e P Zero Yellow soft: la stessa combinazione scelta in Australia e in Cina. Tuttavia, le alte temperature ed il grip variabile del Bahrain sottoporranno gli pneumatici ad una sfida ancora maggiore rispetto a quelle già affrontate sinora.
“Il circuito del Bahrain pone una serie di sfide tecniche che porteranno al limite le prestazioni delle nostre gomme medie e morbide – sottolinea il direttore Motorsport Pirelli, Paul Hembery -. Si pensi alle temperature che superano i 30 gradi. Durante i passati test abbiamo raccolto alcuni dati sulla pista, ma da allora tanto le gomme quanto le macchine sono cambiate: sarà un po’ come ripartire da zero. Tuttavia, ci aspettiamo un elevato degrado delle gomme che sicuramente metterà i team alla prova per quanto riguarda le strategie”.