Giovinco e Paletta stendono i salentini

LECCE – Primi minuti del primo tempo tutti di marchio salentino con la squadra di casa in costante possesso palla. Il Lecce prova a fare la partita, il Parma invece attende i propri avversari e aspetta il momento propizio per innescare Floccari e soprattutto la velocità di Giovinco. La prima vera occasione da gol della partita è firmata Di Michele, che da calcio di punizione, colpisce l’incrocio dei pali con Mirante battuto. Di Michele è sicuramente uno dei giocatori più attivi della squadra di casa ma certe volte la sua troppa foga risulta essere fatale nelle decisioni prese dal giocatore salentino. Seconda metà del primo tempo tutta a stampo ducale con Jonathan e Valiani protagonisti di buone incursioni sull’out di destra che prendono senza alla sprovvista la difesa leccese ma non vengono tradotte in gol dagli attaccanti ducali, troppo statici in questo primo tempo. Ultima azione, invece, a stampo salentino con Muriel che si invola sulla fascia sinistra, vede l’inserimento di Giacomazzi in area e prova a servirlo con un cross rasoterra. Il capitano del Lecce però arriva in ritardo sul pallone e frana addosso a Mirante.
Primo tempo abbastanza noioso, entrambe le squadre sono state più preoccupate a non subire gol che a farlo, ne risente soprattutto lo spettacolo.
Secondo tempo che inizia sulla falsa riga del primo con il Lecce che prova a fare la partita e il Parma invece guardingo e pronto a scatenarsi in contropiede con i suoi interpreti più veloci. Serse Cosmi cerca di mischiare le carte gettando della mischia Oddo al posto di un interditore come Bertolacci. Dopo la girandola di sostituzioni con Biambiany che entra per l’infortuna Jonathan e Mirante costretto ad uscire per un problema al ginocchio la partita si infiamma. Giovinco, poco presente fino al 65, mette in porta una splendida punizione dai 35 metri. Parma inaspettatamente in vantaggio e Lecce colpito duramente. Cosmi le prova tutte dando ancora più trazione offensiva alla propria squadra ma ne risulta che il Parma segna il 2 a 0 con Paletta: il difensore argentino, splendidamente trovato ancora da Giovinco, si trova uno contro uno contro Benassi che decide di uscire alla disperata ma viene scavalcato dallo splendido pallonetto d’esterno del centrale di Donadoni. Lecce alle corde. Tomovic al minuto 80 prova a riaccendere le speranze per la squadra salentina sugli sviluppi di un corner battuto da Di Michele ma il Lecce non va oltre l’1 a 2 anche se Senderovic al 93’ aveva la palla del 2 pari ma Pavarini, subentrato all’infortunato Mirante, dice di no.