Lungo lecorde di Luis Zea, un viaggio musicale dall’Italia al Venezuela

CARACAS – L’Ambasciata d’Italia in Venezuela ha il piacere di invitare tutta la Collettività italiana, ma non solo, al concerto del chitarrista classico Luis Zea. L’appuntamento è per giovedì 24 maggio, alle 18.30, nell’Auditorio della Asociación Cultural Humboldt (Calle George Washington con Juan Germán Roscio, Urb. San Bernardino, Caracas).
– Sarà un percorso musicale unico – spiega il Primo Consigliere dell’Ambasciata, Paolo Mari -. Un excursus storico attraverso i secoli, dal ‘500 ad oggi, che partirà dall’Italia ed approderà in Venezuela, ed avrà il grande chitarrista italo-venezuelano Antonio Lauro come collegamento.

Il venezuelano Luis Zea ha iniziato la sua carriera musicale a Caracas con Leopoldo Igarza, Alirio Díaz e il leggendario compositore e chitarrista Antonio Lauro (1917-1986), per poi proseguire a Londra con John Duarte e completare la sua formazione musicale al Kings College (University of London) e presso l’Università di Reading dove ha ricevuto un ‘Master of Music Degree’.

Dal 1976 Zea ha regolarmente tenuto concerti in Europa, Sud America e Stati Uniti, suonando anche alla Wigmore Hall di Londra e alla Alice Tully Hall di New York. È stato anche invitato come solista e membro della giuria di vari festival e concorsi internazionali tra cui il XXXIII Concorso Internazionale di Chitarra Classica “Città di Alessandria” (Italia, 1990), il Festival dell’Avana a Cuba (1992) e il Classical Guitar Festival of Great Britain (1991, 1997). Parallelamente, ha insegnato presso la Cannington International Guitar Summer School in Inghilterra e la State University di New York, mentre oggi è professore a Caracas – dove vive con la sua famiglia – presso l’Instituto Universitario de Estudios Musicales (IUDEM).

Nel 1983 ha inciso il suo primo album agli Abbey Road Studios di Londra e più recentemente ha completato un CD con musiche proprie e di Dowland, Gianoncelli, Holborne, Bach, Mangoré, Riera, Castellanos. Il famoso compositore cubano Leo Brouwer Luis Zea lo ha descritto come “il solista ideale”.

Luis Zea è il coautore (con John Duarte) del libro “Le mani del chitarrista”, pubblicato da Universal Edition (1978) e ha scritto numerosi articoli per diverse riviste internazionali dedicate al mondo della chitarra.

Dal 1987 lavora per Mavesa SA, il cui ‘Proyecto Cultural’ è stato creato per il consolidamento e il rinnovamento della tradizione chitarra del Venezuela.

Condividi: