Sit-in dei grillini davanti alla Camera

Pubblicato il 27 maggio 2012 da redazione

ROMA – “Beppe Grillo non si candiderà, è il nostro sponsor, il nostro megafono. Siamo noi che costruiamo l’alternativa e diciamo basta”. Lo dice un anonimo, uno dei tanti dissenzienti che ieri a piazza Montecitorio hanno dato il via all’assemblea pubblica della città di Roma del Movimento 5 Stelle. “Siamo lavoratori”, dice un uomo sulla cinquantina, “io un imprenditore e mi occupo del programma per l’infanzia della città di Roma” dice un altro.

Ci sono gazebo dove si vendono magliettine e militanti che chiedono soldi per finanziare la manifestazione: “una spilletta per finanziarci, siamo poveri, non siamo un partito”. Poi tanti volantini sulla falsa riga dei ‘wanted’ dei western, con fotografie, nome del politico e reato per cui è stato condannato. Lo fanno anche per Bossi, appena iscritto nel registro indagati.

Dicono che hanno scelto piazza Montecitorio, ma che “potrebbe accadere dovunque – spiega Alessandro Pirrilli del movimento – nelle nostre case, nelle parrocchie. Dove ci ospitano insomma. Parliamo tutti, uno ad uno. E ci ascoltiamo”. Ci sono anche il movimento per l’acqua pubblica “perché Alemanno sta privatizzando l’acqua, e calpestando la volontà dei romani che hanno detto no a vendere l’Acea”, e il movimento no Tav. E poi passanti incuriositi che seguono con attenzione, qualcuno a distanza, ma che non mancano mai di applaudire, anche se non calorosamente, quando qualcuno grida “perché se siamo in questa situazione è grazie alla classe dirigente di oggi”.

Un sondaggio condotto da Renato Mannheimer per il Corriere della Sera ha rilevato che 1 italiano su 3 simpatizza per il Movimento 5 Stelle, ma il 63% dei cittadini non crede che siano in grado di governare.

– Lo ha detto anche Beppe – continua Pirrilli – per noi governare sarà un salto nel buio. Ma se siamo in questa situazione, certo non sono stati capaci loro – e indica la Camera – di governare. Stiamo preparando un programma nazionale al quale tutti possono dare il loro contributo grazie alla rete. Siamo una organizzazione orizzontale.

E nel programma si intravede quella che molti politici e analisti chiamano demagogia. Nel primo capitolo del programma, intitolato “Stato e Cittadini”, ci sono 5 punti. Spiccano “il limite massimo ai 2 mandati per ogni carica pubblica” e “approvazione leggi subordinata a comprovata copertura finanziaria”. Non vogliono che una persona si occupi della cosa pubblica per più di 10 anni: “siamo stanchi delle solite facce. Berlusconi chi è?” o come ha detto Grillo di Bersani “Quello è quasi morto”.

Il riverbero delle informazioni che arrivano dalle piazze finanziare, “lady spread” che si impenna e va in flessione, taglio delle pensioni e aumento tasse, provvedimenti che non possono essere ben visti da chi li subisce, compongono la base per la fabbrica politica del dissenso. “Partecipazione attiva e critica dei cittadini alla osservazione e gestione della cosa pubblica”, è l’ultimo dei punti del primo capitolo del programma nazionale dei grillini. Gli altri prevedono “migliorare l’efficienza energetica e applicare il protocollo di Kyoto”.

– Sai come funziona la rete? Se lo sapessi non ci faresti queste domande – dice un grillino a un giornalista Mediaset che chiede chi è che ‘comanda’ – Lì siamo tutti uguali, tutti partecipano e scrivono il programma.

E la rete è tanto importante che, il terzo capitolo si occupa di “informazione e comunicazioni”. Vogliono garantire l’accesso alla rete tramite Adsl per tutti e sono contrari al finanziamento pubblico per l’editoria. Vogliamo abolire la legge Gasparri e l’Ordine dei Giornalisti e dire stop alla pubblicità sulla Tv pubblica.

Il programma continua così, condannando gli “inciuci tra finanza e industria” e proponendo “un mercato di lavoro più partecipato” o, come nel capitolo che riguarda la “salute”, l’”introduzione del reato di strage per entità pubbliche e private”. Richiamano anche, nel capitoletto sull’”istruzione”, il dissenso dei giovani che hanno rinvigorito le fila dell’”Onda” e della “Rete della Conoscenza” il 14 di dicembre del 2010 hanno portato in piazza quasi un milione di persone. Chiedono “l’abolizione della legge Gelmini”, lezioni universitarie accessibili on-line, l’insegnamento delle lingue straniere nelle scuole.

Grillo sul suo blog ha scritto “Bomba o non Bomba arriveremo a Roma” e “nei momenti di cambiamento o meglio in cui il cambiamento si manifesta possibile, le forze che vogliono mantenere gli interessi costituiti, economici e politici, bussano alla porta con grande energia. Le bombe e gli attentati sono il loro biglietto da visita. I fatti del dopoguerra ci hanno insegnato che godono dell’impunità”. Rievocare un simile periodo, con le bombe che deflagravano anche il centro di Firenze, oltre che l’eliminazione di personaggi simbolo dello Stato non può che raccogliere consensi.

Ultima ora

11:46Artigiano ucciso: moglie arrestata chiede revoca misura

(ANSA) - SESTRI LEVANTE (GENOVA), 16 DIC - L'avvocato di Gesonita Barbosa, la brasiliana 35enne in carcere con l'accusa di essere la mandante dell'omicidio del marito Antonio Oliveri, ha presentato al gip istanza di revoca della misura cautelare ed in subordine gli arresti domiciliari. "Agli atti non esistono prove concrete che colleghino la mia assistita all'omicidio del marito - spiega l'avvocato Nicoletta Peri -. Dopo aver consultato la signora Barbosa (che si dichiara completamente estranea al delitto. ndr) in carcere a Genova Pontedecimo abbiamo deciso di presentare la richiesta di scarcerazione proprio per l'inconsistenza di prove di colpevolezza. Inoltre continua una gogna mediatica per fare apparire la Barbosa quale omicida seriale". La richiesta di revoca degli arresti arriva mentre si indaga su una seconda morte avvenuta un anno fa, quella del vicino di casa della donna, Aldo Bacigalupo di 81 anni, deceduto ufficialmente per cause naturali. (ANSA).

11:44In fiamme auto ex assessore comunale di Catanzaro, indagini

(ANSA) - CATANZARO, 16 DIC - Un incendio, sulla cui natura sono in corso accertamenti, ha danneggiato nella notte l'auto dell'ex assessore comunale all'ambiente di Catanzaro, Giampaolo Mungo. La vettura, una Fiat 600, era parcheggiata nei pressi dell'abitazione nel quartiere Piterà del capoluogo. Le fiamme, che sono state spente dai vigili del fuoco del comando provinciale di Catanzaro, hanno completamente distrutto il vano motore dell'utilitaria. L'episodio è stato denunciato dallo stesso Mungo ai carabinieri della Compagnia di Catanzaro che hanno avviato le indagini. Nessuna ipotesi è al momento esclusa. Mungo, esponente del movimento Officine del Sud, si era dimesso dalla carica di assessore comunale lo scorso 24 novembre.

11:43Macron festeggia i 40 anni in castello Loira, polemiche

(ANSA) - ROMA, 16 DIC - Il presidente francese François Macron, che compirà 40 anni il 21 dicembre, sta festeggiando il compleanno con amici e famiglia questo fine settimana al Castello di Chambord, il più imponente dei castelli della Loira, costruito da Francesco I di Francia nella prima metà del Cinquecento per poter organizzare grandi battute di caccia nel centro del paese. Secondo Le Monde online Macron e la moglie Brigitte sono giunti al castello ieri sera, insieme con i figli e i nipoti della première dame. Alloggiano nella Maison des réfractaires, una foresteria trasformata in albergo di lusso. L'Eliseo, confermando le informazioni, ha parlato di "weekend privato", di un costo "inferiore ai mille euro", interamente pagati dal presidente. Venerdì sera Macron ha incontrato un gruppo di cacciatori che in giornata aveva partecipato ad una battuta. Questa sera il presidente festeggerà il compleanno con qualche giorno di anticipo in uno dei saloni di questo capolavoro del Rinascimento francese.

11:40Moto: Sky Racing Team Vr46 corre a X-Factor

(ANSA) - ROMA, 16 DIC - Dalla pista al palcoscenico di X Factor. Come da tradizione, anche quest'anno i piloti dello Sky Racing Team VR46 hanno preso parte alla serata della finale del talent show musicale. Per l'occasione, Francesco Bagnaia, Luca Marini, Nicolò Bulega e Dennis Foggia hanno svelato in diretta su Sky Uno HD le livree della stagione 2018 di Moto2 e Moto3. Il Team, nato nel 2014 dal progetto condiviso tra Sky e la VR46 di Valentino Rossi per sostenere la crescita dei giovani talenti italiani del motociclismo, si proietta verso la stagione 2018 tra novità e conferme, con quattro piloti in due categorie: in Moto2 Luca Marini affiancherà Francesco Bagnaia su Kalex mentre, in Moto3, Dennis Foggia correrà con Nicolò Bulega su KTM. Bagnaia, Rookie dell'anno in Moto2 dividerà il box con il 20enne Luca Marini, talento coltivato nell'orbita della VR46 Riders Academy e protagonista di una crescita costante e significativa. Bulega, in Moto3 con l'obiettivo di essere sempre più competitivo

11:23‘Our Le Mans’: ecco il docufilm di Cetilar Villorba Corse

(ANSA) - ROMA, 16 DIC - Sarà distribuito via web lunedì 18 dicembre Our Le Mans ("La nostra Le Mans"), il docufilm che racconta l'esordio del team Cetilar Villorba Corse alla 24 Ore di Le Mans 2017. Diretto da Nico Fulciniti di JOBDV/Studio, il film sarà visibile collegandosi alla pagina www.cetilarvillorbacorse.com/film all'interno del portale ufficiale del team tutto italiano diretto da Raimondo Amadio che con la Dallara P217 condotta da Roberto Lacorte, Giorgio Sernagiotto e Andrea Belicchi si è classificato nono assoluto e settimo di classe LMP2. Totalmente incentrata sul racconto/resoconto di questo straordinario debutto nella leggendaria ed estenuante gara automobilistica francese, la pellicola è il sequel del precedente "Road to Le Mans", presentato nell'aprile scorso e che raccontava l'evoluzione del progetto Cetilar Villorba Corse dalla nascita fino alla conferma della prima partecipazione avvenuta nel segno del motto distintivo "Italian Spirit of Le Mans" nel giugno scorso.

11:13Moto: varati calendari 2018 minimoto e Civ Junior

(ANSA) - ROMA, 16 DIC - Scatteranno nel fine settimana del 22 aprile il Campionato Italiano Minimoto e il CIV Junior 2018. A poco più quattro mesi dall'inizio dei tricolori dedicati ai giovanissimi della velocità nazionale, sono stati pubblicati i calendari di entrambe le competizioni a ruote basse. Sia nel Campionato Italiano Minimoto che nel CIV Junior si disputeranno due round per ogni weekend, per un totale di 5 tappe e 10 gare a Campionato. Campionato Italiano Minimoto: la prima partenza avverrà nel nuovo impianto di Cervesina (PV), poi si correrà una volta al mese (ad eccezione di agosto mese dedicato al campionato europeo) fino a settembre. Dopo il semaforo verde del 21 e 22 aprile, il secondo appuntamento si svolgerà il 12 e 13 maggio a Castrezzato (BS). Gli impianti di San Mauro Mare (FC) e Contigliano (RI) ospiteranno, rispettivamente il 9-10 giugno e il 14-15 luglio, gare che potranno essere determinanti. Gran finale il 15 e 16 settembre a Jesolo (VE).

11:05Basket: Nba, tonfo inatteso di Boston, corre Houston

(ANSA) - ROMA, 16 DIC - L'inatteso tonfo casalingo di Boston e la dodicesima vittoria consecutiva di Houston sono i dati salienti della notte Nba, nella quale si sono giocate undici partite. I Celtics hanno dovuto cedere le armi agli Utah Jazz con il punteggio di 107-95. Sonante la vittoria dei Rockets sui San Antonio Spurs, 124-109 (Chris Paul a segno con 28 punti). Vittoria di misura 96-94 dei Memphis Grizzlies sugli Atlanta Hawks di Marco Belinelli, autore di una buona prestazione, segnando 14 punti in soli 21 minuti. Prestazione magnifica invece per Russell Westbrook, ormai tornato quello dei tempi migliori, che ha messo a segno una tripla doppia (27 punti, 17 rimbalzi e 15 assist) trascinando alla vittoria Oklahoma su Philadelphia per 119-117 in una partita allungata fino a 3 overtime. Da segnalare infine la sconfitta dei Clippers con i Washington Wizards per 100-91 e la vittoria di Denver su New Orleans per 117-111.

Archivio Ultima ora