BREVI

America Latina, nasce l’Alleanza del Pacifico – Un mercato di 215 milioni di persone che rappresenta circa il 35% del Prodotto interno lordo dell’America Latina: è quello formato da Cile, Colombia, Perù e Messico riuniti da ora ufficialmente nell’Alleanza del Pacifico. La firma del trattato istitutivo del nuovo blocco è stata apposta dai presidenti dei paesi membri nel suggestivo scenario del deserto settentrionale del Cile. L’Alleanza “nasce con una chiara vocazione e proiettata verso il futuro, con spirito di apertura e integrazione rivolto a tutti i paesi dell’arco del Pacifico. E’ un’area di integrazione profonda, uno spazio che vuole andare molto più in là del libero commercio per la libera circolazione non solo di beni ma anche di servizi, capitali e persone” ha detto il presidente cileno Sebastián Piñera, presente alla cerimonia col colombiano Juan Manuel Santos, il peruviano Ollanta Humala e il messicano Felipe Calderón. “Il nostro commercio con il mondo rappresenta oltre il 50% del commercio totale dell’America Latina – ha aggiunto -. Uno dei nostri principali obiettivi è proiettarci insieme verso il mondo Asia-Pacifico che non è solo il mondo del futuro ma quello del presente”. Unendo quattro delle principali potenze emergenti, gli ha fatto eco Calderón, l’Alleanza del Pacifico “è la nona economia più grande del mondo, appena dopo l’Italia”. Per Santos, l’unione dei quattro paesi “servirà da protezione delle conseguenze di questa tormenta economica e ci aiuterà a portare più benessere alle nostre popolazioni”. Humala ha messo invece l’accento sulla necessità di promuovere in modo congiunto “politiche che ci aiutino a lottare contro la disuguaglianza”.

Perù, disperso fra le montagne elicottero con 14 passeggeri a bordo – Un elicottero con 14 passeggeri a bordo risulta disperso fra le montagne del Perù. Il generale della polizia Hector Dulanto sostiene che l’ultima comunicazione radio con l’elicottero sia avvenuta ieri nel tardo pomeriggio, mentre il velivolo si dirigeva verso Cuzco. Al momento dell’ultima trasmissione l’elicottero si trovava sopra Hualla Hualla, cittadina situata a un’altitudine di circa 4mila metri. Il generale Dulanto ha dichiarato ad Associated Press che la compagnia che possiede il velivolo, la Helicusco, ha messo a disposizione un altro elicottero per contribuire alle ricerche, ma il maltempo ha impedito che esso decollasse. L’ambasciata sudcoreana a Lima al momento non ha informazioni sull’incidente.

Danimarca approva cerimonie ufficiali di matrimoni gay in chiesa – Il Parlamento danese ha approvato con 85 voti a favore e 24 contrari una legge che autorizza le coppie omosessuali a sposarsi in cerimonie ufficiali in chiesa. Finora le coppie gay potevano contrarre il matrimonio durante brevi cerimonie di benedizione offerte dalla Chiesa luterana danese. La nuova normativa, che entrerà in vigore il 15 giugno, allineerà la legge danese a quella in vigore in Paesi come Islanda e Svezia, dove le coppie gay possono sposarsi in cerimonie ufficiali. Nel 1989 la Danimarca divenne il primo Paese ad ammettere la registrazione delle unioni civili tra le persone dello stesso sesso. Dal 1997 le coppie omosessuali possono sposarsi in breve cerimonie di benedizione che si svolgono alla fine della messa.

Droga cannibale negli Usa, polizia di Miami in allerta – La polizia di Miami ha lanciato un avvertimento contro una nuova droga sintetica che suscita aggressioni a scopo cannibalistico. La droga, battezzata ‘Settimo cielo’, ha costretto una settimana fa gli agenti a uccidere un giovane di 31 anni, l’haitiano Rudy Eugene, che aveva divorato la faccia di un uomo. Il caso, battezzato dai giornali di Miami come “attacco zombie” forse di natura voodoo, ha fatto scalpore. Ma un altro ‘cannibale’, Brandon De Leon, un ragazzo di 21 anni, ha minacciato di ‘mangiarsi’ i poliziotti che lo avevano arrestato in un ristorante. In preda alla droga ‘Settimo cielo’, il giovane urlava forti insulti ai clienti. Fermato e messo in un’auto di pattuglia, ha rotto il vetro interno gridando di volersi “mangiare i poliziotti”. Poi, arrivato in commissariato, ha cominciato a grugnire e ha tentato di mordere a sangue un poliziotto. In attesa che la droga si esaurisse, gli agenti hanno dovuto mettergli un bavaglio anti-morsi.

 

Condividi: