CdA Rai, Bersani: “Pronti a sostenere due voci ‘libere’”

ROMA – Svolta del Pd sulla nomina dei consiglieri del cda della Rai. Il segretario Pier Luigi Bersani ha scritto a 4 associazioni (Se non ora quando, Libera, Libertà e Giustizia, Comitato per la libertà e il diritto all’informazione), sostenendo che se indicano “due candidature per il Cda noi siamo pronti a sostenerle”. “Qualora le vostre Associazioni – scrive Bersani – ritenessero di indicare due candidature per il CdA noi siamo pronti a sostenerle per garantire comunque, nella transizione ad una nuova governance dell’Azienda, la voce di liberi protagonisti della società civile”. “La Rai – continua Bersani nella lettera – vive il momento più drammatico della sua storia: umiliata da chi l’ha asservita ai capricci della destra, incapace di competere, priva di un chiaro indirizzo industriale. Non è solo un problema di autonomia dell’informazione o di scarso pluralismo, oggi il male è ben più profondo. Le decisioni che dovrebbero essere guidate da valutazioni esclusivamente aziendali vengono prese sempre più fuori dall’Azienda. Anni di lottizzazione hanno cambiato la Rai, finendo per inaridire la capacità innovativa della più grande industria culturale del Paese.

Condividi: