Asse Monti-Hollande: «L’euro non è al sicuro»

Pubblicato il 14 giugno 2012 da redazione

ROMA – L’euro non è ancora al riparo dalle ‘’turbolenze dei mercati’’. Per questo, avverte Francois Hollande, al vertice Ue di fine mese ‘’non accetterò mezze misure’’ e, dal cortile d’onore di Palazzo Chigi, dove ha appena incontrato il premier Mario Monti, afferma:

– Servono meccanismi stabili, durevoli e con risorse sufficienti per mettere l’euro al riparo della speculazione, anche e soprattutto rilanciando la crescita.

E lascia al collega italiano che parla di ‘’grande convergenza di vedute’’ con il presidente francese, il compito di mediare con Frau Angela, che ha avvertito che ‘’misure facili’’ per uscire dalla palude ‘’non ce ne sono’’. Una mediazione che il Professore è pronto a giocare. Anzi a portare avanti, come sempre fatto negli ultimi tempi.

– Rispetto al presidente Hollande ho avuto qualche mese in più per discutere con la Merkel e ho sempre trovato un grande interesse comune a individuare soluzioni migliori, sia sotto il profilo della crescita sia sotto quello della stabilità: non credo che ci siano Stati membri fermi e altri che debbano muoversi – insiste il Professore, spiegando che la cancelliera tedesca ‘’come me, come Hollande e come gli altri capi di Stato, è perennemente in cerca di soluzioni per l’Europa’’. Perchè i tempi ormai sono stretti.

– E’ un momento cruciale per il mondo e per l’Ue – spiega Monti – e la moneta unica è tutt’altro che al riparo dalla speculazione dei mercati.

– C’é la volontà di fare della crescita, come sarà ribadito anche al prossimo G20, il nostro obiettivo: bisogna mobilitare risorse per far ripartire l’economia – spiega Hollande, precisando che questo non significa mettere in discussione il rigore.

– Abbiamo condiviso una grande e maggiore attenzione alla crescita, che non significa abbandono o minore attenzione alla disciplina di bilancio – gli fa eco Monti.

Ma Hollande sembra concedere un’apertura verso Berlino. Oltre alla crescita il presidente francese punta infatti – nella lettera inviata al presidente del consiglio Ue, Herman Van Rompuy – alla ‘’indispensabile stabilità’’,’’all’integrazione’’ ma anche ‘’ad un approfondimento dell’unione economica e monetaria con una road map per il coordinamento delle politiche e l’armonizzazione del fisco’’. Un passaggio che appare come una novità, forse un avvicinamento verso Frau Angela e la sua determinazione per un’unione politica.

Nella conferenza stampa – interrotta anche dal boato al primo gol di Pirlo nel match Euro 2012 contro la Croazia (‘scusate ma c’è un partita in corso…’, sorride il premier italiano) – non si entra nel merito specifico delle misure ma Hollande e Monti dicono di aver parlato anche di eurobond.

– Ci siamo scambiati opinioni sull’ipotesi di un emissione in comune di titoli e di altre proposte – spiega il Professore, che non dimentica anche i rapporti bilaterali con i cugini d’oltralpe, annunciando entro fine anno a Lione un vertice bilaterale ‘’per imprimere un buono slancio alle tematiche comuni’’. E sull’andamento dello spread e la situazione del debito italiano anche alla luce delle dichiarazioni della Bce, il Professore torna a difendere le mosse del suo governo.

– Ogni volta che c’é una perturbazione sui mercati, i tassi ne risentono e lo spread sale – afferma -. Questo può dare la sgradevole sensazione ai cittadini e all’opinione pubblica che le cose che si fanno non vadano nella giusta direzione o non bastino. E’ esattamente il contrario: le cose vanno nella giusta direzione, anche nella dimensione degli interventi.
Francois Hollande lo guarda e annuisce. E non perde occasione, pochi minuti dopo al Quirinale, per elogiare il lavoro del Prof e del suo governo:

– Dopo molti sforzi non ancora conclusi, l’Italia sta raggiungendo gli obiettivi che si era posti per il risanamento dei conti pubblici.

Ultima ora

23:57Iran: Djalali confessa in tv, sono una spia

(ANSA) - TEHERAN, 17 DIC - Ahmadreza Djalali, il medico arrestato in Iran nel 2016 con l'accusa di spionaggio e condannato a morte a ottobre, ha "confessato" in tv di aver spiato il programma nucleare di Teheran per conto di una nazione europea, senza nominare quale. Il presentatore tv, tuttavia, ha citato il Mossad, mentre scorrevano le immagini dei documenti svedesi dell'uomo e del Colosseo: Djalali, medico, ha infatti trascorso un periodo in Italia. In cambio della sua attività di spia, ha spiegato lui stesso, avrebbe ottenuto la cittadinanza di un Paese europeo.

22:57Savoia: Smuraglia (Anpi),solennità volo Stato urta coscienze

(ANSA) - ROMA, 17 DIC - "Quello dei Savoia lo considero un problema chiuso da molto tempo. Una vicenda finita. Smettiamo di parlarne. Ritengo che portare la salma in Italia con solennità e volo di Stato è qualcosa che urta le coscienze di chi custodisce una memoria storica. Urta con la storia di questo dopoguerra. E non si parli più neanche di questa ipotesi di mettere le loro salme nel Pantheon. Basta". Così il presidente emerito dell'Anpi Carlo Smuraglia commenta il rientro in Italia delle spoglie di Vittorio Emanuele III con un volo dell'Aeronautica militare.

22:35Donna uccisa a coltellate in casa nel Milanese

(ANSA) - MILANO, 17 DIC - Una donna di 33 anni, con due figli piccoli, è stata trovata agonizzante, colpita da tre coltellate al torace nella sua abitazione di Parabiago, nel Milanese. E' stata la madre a trovarla, a terra, in bagno. La donna, un'italiana, è morta poco dopo. Indagano i carabinieri della Compagnia di Legnano.

22:26Calcio: Junior Tim Cup oggi al Ferraris

(ANSA) - GENOVA, 17 DIC - Le squadre della Parrocchia Caramagna di Imperia e dell'Oratorio Santa Dorotea di Genova si sono affrontate allo stadio Ferraris prima del match Sampdoria- Sassuolo in un'amichevole terminata con il risultato di 2-10, nel contesto della VI Edizione della Junior TIM Cup, il torneo di calcio a 7 Under 14 sostenuto da Lega Serie A, TIM e Centro Sportivo Italiano. A fine gara, i ragazzi hanno consegnato ai giocatori della Sampdoria e del Sassuolo la fascia da capitano della Junior TIM Cup per poi accompagnarli all'ingresso in campo. La VI edizione della Junior TIM Cup si disputa nelle 15 città le cui squadre militano nella Serie A TIM 2017-2018. Le squadre vincitrici dei concentramenti interregionali di qualificazione alla fase nazionale si contenderanno il titolo di campioni della Junior TIM Cup, il 9 maggio, in occasione della Finale di TIM Cup 2017-2018.

22:17Calcio: Peruzzi, Milinkovic Savic? Nella Lazio sta benissimo

(ANSA) - ROMA, 17 DIC - "Qui ci sono molti osservatori per Milinkovic Savic? So che lui sta benissimo qui e vuole rimanerci a lungo. Poi che ci siano molti scout è normale, ma per il momento Sergej sta bene alla Lazio". Il dirigente della Lazio Angelo Peruzzi parla delle dinamiche di mercato e in particolare del 'gioiello' serbo che mezza Europa sta tenendo d'occhio.Ma in casa biancoceleste sono stati giorni pesanti, per le polemiche sul Var e sugli arbitraggi che avrebbero penalizzato la squadra di Inzaghi. "Se siamo preoccupati per gli errori del Var di questa giornata? - dice Peruzzi - No, non lo siamo. Poi ogni partita ha i suoi episodi, non voglio polemizzare". "Ma pare che gli episodi siano valutabili a seconda delle circostanze - aggiunge - e sembra che non siano tutti d'accordo. E' come la parabola di Kafka, di un contadino che vuole conoscere la legge ma trova il portone del guardiano sempre chiuso.Non lo fanno mai entrare e lui,nonostante tutti i suoi sforzi,non riesce a capire le dinamiche della legge perché sono confuse".

22:07Calcio: Pescara, Sebastiani, Zeman? devo parlarci poi decido

(ANSA) - PESCARA, 17 DIC - Dichiarazioni pesanti del presidente del Pescara, Daniele Sebastiani, che nel dopopartita di Pescara-Novara, in mixed zone, ha attaccato il tecnico Zeman che ieri aveva detto in conferenza stampa di avere una visione diversa del calcio rispetto al presidente. "Se oggi c'era questo clima allo stadio era per la conferenza stampa di m... dell'allenatore - ha detto Sebastiani -. Se Zeman resterà? Devo parlarci e poi deciderò". Il presidente del Pescara, nonostante la vittoria per 1-0 sul Novara, potrebbe esonerare il tecnico boemo.

22:05Pallavolo: Serie A/1 donne, risultati e classifica

(ANSA) - ROMA, 17 DIC - Risultati dell'11/a giornata del campionato di serie A/1 donne di pallavolo, Samsung Galaxy Cup: Imoco Conegliano - Mycicero Pesaro 3-0 (ieri) Foppapedretti Bergamo - Saugella Monza 1-3 Liu Jo Modena - Pomì Casalmaggiore 3-1 Unet E-Work Busto Ar. - Savino Scandicci 2-3 (ieri) Il Bisonte Firenze - Lardini Filottrano 3-0 Sab Legnano - Igor Gorgonzola Novara 0-3 - Classifica: Conegliano 29; Novara 27; Scandicci e Busto Arsizio 24; Modena 18; Monza 16; Pesaro 15; Firenze 14; Legnano 11; Casalmaggiore 10; Bergamo 6; Filottrano 4.

Archivio Ultima ora