Madonna di Campiglio

Località turistica in provincia di Trento (Trentino Alto Adige), è certamente una delle più note e apprezzate stazioni sciistiche. La fortunata  posizione di cui gode, tra il gruppo del Brenta e il Massiccio della Presanella, la rende meta di tantissimi turisti anche nella stagione estiva. Già nel XII secolo esisteva un’ospizio di monaci che fungeva da ricovero per i viandanti. Ma la fortuna turistica risale alla seconda metà dell’800, quando viaggiatori e alpinisti inglesi e tedeschi descrissero il luogo in termini entusiastici, favorendone un rapido sviluppo. Nel giro di pochi anni Madonna di Campiglio divenne una delle mete favorite dalle famiglie nobili dell’impero austriaco. Lo stesso imperatore Francesco Giuseppe e la moglie, l’imperatrice Sissi amavano fare lunghi soggiorni estivi in questa località. Suggestivo è il carnevale di Madonna di Campiglio, che fa rivivere l’atmosfera asburgica con sfilate in costumi d’epoca, tè con l’imperatrice Sissi, nobili pattinate sul laghetto, e gran ballo dell’imperatore al Relais Club des Alpes. Sulla strada per la val di Sole a nord di Madonna  di Campiglio, si incontra la vasta distesa di pascoli di Campo Carlo Magno.

L’ampio valico è sovrastato dal Massiccio della Pietra Grande (2930 m), una delle vette più imponenti  delle Dolomiti. Il nome della località deriva da un presunto (storicamente non provato) passaggio di Carlo Magno. Campo Carlo Magno forma con Madonna di Campiglio un unico grande comprensorio sciistico. Di grande interesse è il Giro dei cinque Laghi, che si trova sul versante occidentale di Madonna di Campiglio, dove si incontrano i laghi Ritorto, Nero, Gelato, Seròdoli e Nambino, tutti di origine glaciale. Questi luoghi oggi molto amati dagli escursionisti, in passato sono stati palcoscenico di sanguinose battaglie durante la prima guerra mondiale, infatti nelle acque dei laghi sono stati ritrovati numerosi reperti bellici. Gli Orti della Regina sono due caratteristiche conche poste a quota 2350 m. e molto ricca di flora alpina, l’escursione era popolare presso l’imperatrice Sissi e l’aristocrazia viennese. Punto di partenza è il rifugio Grosté, raggiungibile da Campo Carlo Magno, qui si imbocca il sentiero verso la Pietra Grande, Una telecabina porta in pochi minuti da Madonna di Campiglio al rifugio dello Spinale (2100 m.), situato in una zona attrezzata per lo sci alpino, il luogo offre un panorama magnifico, che spazia dalla catena del Brenta alla Presanella, all’Adamello e al Cevedale.

Infine, il giro delle cascate di Vallesinella, è una passeggiata che presenta un dislivello inferiore a 300 m. e risulta alla portata di qualunque escursionista. Si snoda lungo boschi di abeti, faggi fino alle incantevoli cascate di Vallesinella Alta e Vallesinella di Mezzo, il tutto visibile  da ponticelli sospesi , un vero paradiso che vale la pena visitare. Madonna di Campiglio è sede delle tre gare del Trentino, cosiddette “ 3Tre “ una tra le gare di sci più antiche d’Europa, la cui fondazione risale nel 1949.ç

SCHEDA  DEL BORGO

Come si raggiunge
In auto
Autostrada A4 Torino – Trieste, uscita Brescia, Est proseguire per Lago d’Idro – Tione – Pinzolo – Madonna di Campiglio (Km. 230 )
Oppure Autostrada  A22  Modena – Brennero, uscita Rovereto Sud, proseguire per Mori – Sarche – Tione – Pinzolo – Madonna di Campiglio ( Km. 90 ), oppure uscita Trento Sud, proseguire  per Sarche – Tione – Pinzolo – Madonna di Campiglio (Km. 75 ), oppure uscita San Michele all’Adige, proseguire per Mezzolombardo – Cles – Dimaro – Madonna di Campiglio (Km. 80).

In Treno
FF.SS. Verona – Brennero, oppure Venezia – Bassano – Trento

In Pullman
Da Trento con Trentino trasporti
Da Malé, Trentino trasporti

In Aereo
Scalo a Verona Villafranca poi proseguire in treno come sopra indicato
Scalo a Venezia Marco Polo poi proseguire in treno come sopra indicato
scali anche da  Milano Linate, Milano Malpensa e Bergamo Orio al Serio

Giuseppe Gaggia

 

Condividi: