Siria, accordo Assad-Annan: “Abbiamo un piano di pace”

DAMASCO – L’inviato speciale di Onu e Lega Araba per la Siria, Kofi Annan, ha annunciato di aver raggiunto con il presidente siriano Bashar al-Assad un accordo su un ‘’approccio’’ per porre fine alle violenze costate la vita a migliaia di persone. ‘’Abbiamo raggiunto un accordo su un approccio che presenterò all’opposizione armata’’, ha detto Annan dopo aver incontrato Assad a Damasco.

Annan, riferisce l’agenzia di stampa Dpa, ha quindi ribadito l’importanza di procedere con un ‘’dialogo politico accettato dal presidente’’, senza parlare del piano di transizione politica.

Riferendo dell’incontro tra Assad e Annan, l’agenzia di stampa ufficiale siriana Sana sottolinea che oggetto del colloquio è stata la necessità di ‘’attuare un meccanismo efficace e valutare un approccio per ridurre le violenze in Siria in modo da ripristinare la sicurezza’’. Il presidente siriano e l’inviato di Onu e Lega Araba, si legge, hanno parlato anche dei ‘’meccanismi che gli osservatori Onu potrebbero mettere in atto in collaborazione con il governo siriano’’ per porre fine alle violenze. L’incontro è stata l’occasione per concordare il ‘’proseguimento della cooperazione con la missione di osservatori e il governo siriano’’.

Alla presenza del ministro degli Esteri Walid al-Muallim, Annan e Assad hanno discusso anche della conferenza di Ginevra (dove è stato raggiunto un accordo per un piano di transizione politica nel Paese arabo) e dell’attuazione del piano di pace in sei punti proposto mesi fa dall’inviato di Onu e Lega Araba. Ad Annan le autorità siriane, scrive la Sana, hanno ribadito ‘’l’impegno ad attuare il piano in sei punti, il cui successo dipenderà principalmente dalla fine delle forniture di armi e dei finanziamenti al terrorismo’’.

Alta tensione Siria-Usa
Il presidente siriano Bashar Assad, in una intervista all’emittente televisiva tedesca ‘’Ard’’ punta il dito contro gli Stati Uniti accusandoli di essere ‘’coinvolti nel conflitto in Siria’’.

Il segretario di stato Usa, Hillary Clinton, a margine della conferenza dei donatori per l’Afghanistan di Tokyo, ha sottolineato: ‘’Deve essere chiaro che chi sostiene il regime di Bashar Assad ha i giorni contati’’. Il regime, ha aggiunto, deve avviare una transizione politica per risparmiare al Paese ‘’una aggressione catastrofica’’.

Condividi: