Monti: “Governo avanti fino al 2013. Serve una buona legge elettorale”

Pubblicato il 23 luglio 2012 da redazione

ROMA – Sono stato chiamato a Palazzo Chigi per arrivare fino al 2013. Traguardo che il governo sta cercando di onorare, mettendoci il massimo impegno. Da Mosca, Mario Monti dice la sua sulla tentazione di anticipare la conclusione della legislatura e portare il Paese al voto in autunno. Si tratterebbe di un salto nel buio e non di una soluzione, continuano a dire i partiti della maggioranza al contrario di ciò che sostengono Maroni e Di Pietro, secondo i quali il governo dei professori ha aggravato la crisi e indebolito ancor di più l’Italia.

Ma le borse vanno giù e lo spread sale. Sono segnali negativi che Monti conosce e che non deprimono la sua fiducia, perché, spiega il presidente del consiglio in un’intervista alla “Rossiyskaya Gazeta”, “l’Italia si basa sui fondamenti solidi. Anche se abbiamo il debito estero più alto, è vero altresì che il livello dei debiti privati dei cittadini è uno dei più bassi in Europa”.

– Oggi l’Italia è la terza più grande economia in Europa, siamo la settima nazione più sviluppata industrialmente e siamo all’ottavo posto per i volumi di esportazioni. L’Italia ha delle difficoltà economiche come tutta la zona dell’Euro – spiega Monti -. E il mio compito principale in qualità del capo del governo è quello di cercare di minimizzare i rischi finanziari per il Paese. Abbiamo avuto abbastanza successo nella riduzione delle spese dello Stato e del disavanzo di bilancio. I leader dei paesi membri dell’Ue devono fare attenzione alla gestione della ‘convivenza civile europea’, e soprattutto degli affari dell’eurozona. Per questo la maggior parte del mio tempo è dedicata agli incontri dove si decide il futuro e la politica dell’Ue. Ho avuto l’occasione di lavorare nella Commissione europea e in questo senso ho dei vantaggi. Conosco abbastanza bene gli affari europei ma il mio difetto è quello di essere un principiante in qualità del capo di un governo e non sono così esperto nelle questioni che riguardano la gestione politica.

Tuttavia Monti auspica che dal Parlamento esca una legge elettorale che “possa facilitare la vita politica”, garantendo la stabilità e la durata dei governi, che il premier considera una base essenziale.

– Mi hanno chiesto -ricorda il premier- di assicurare la gestione del Paese fino alla primavera del 2013. Io e i miei colleghi stiamo cercando con tutte le nostre forze di farlo nel miglior modo possibile. Naturalmente, però, dopo la fine di questo periodo si terranno le nuove elezioni che determineranno la formazione del nuovo governo. Pongo molta speranza e mi auspico che in quel momento i partiti politici sappiano assumersi tutta la responsabilità. Speriamo che la buona legislazione elettorale possa facilitare la vita politica. Alla fine del mio mandato di premier -conclude Monti- io rimarrò, come lo sono adesso, un senatore a vita. Anche questa è stata la decisione del presidente Napolitano. Grazie a questo incarico avrò modo di osservare la vita del Paese e continuerò a lavorare per il suo bene.

E ancora:
– L’Europa si è sempre sviluppata passando per le fasi della crisi. Dai tempi dell’inizio della crisi in Grecia due-tre anni fa, l’Ue ha fatto grandi passi avanti in direzione di una gestione piu’ integrata. Sono convinto che questa volta l’Europa riuscirà a fare un passo avanti. Però, secondo me, bisogna farlo un po’ più velocemente. Vedo il compito della partecipazione dell’Italia nel Consiglio europeo in quello di accelerare l’integrazione e di arrivare più velocemente alla politica comune che garantirà la crescita europea -conclude Monti- con la disciplina finanziaria”.

Le reazioni
L’Europa, concorda Bersani, è “impotente di fronte all’attacco dell’euro” e per questo “serve una riscossa della politica” e un rafforzamento delle istituzioni europee perché “non può esserci una tecnocrazia lontana mille anni luce”.
– L’Europa -dice il segretario del Pd- davanti a questa terribile crisi si trova priva della materia fondamentale: la solidarietà e l’idea di un destino comune. Ci troviamo così perché raccogliamo quello che le destre hanno seminato per anni dicendo che l’economia la fanno i mercati”. La ricetta delle destre, continua Bersani, “ha provocato meccanismi di isolamento e regressivi e ci ha consegnato un’Europa impotente a fronte degli attacchi all’euro”.

“Diversamente dalla sinistra che ha fornito e continua a fornire un giudizio falso e fazioso sull’esperienza del governo Berlusconi, noi -obietta Sandro Bondi- dobbiamo essere capaci di formulare un giudizio obiettivo dell’esperienza in corso del governo Monti. La situazione economica continua a essere molto grave, anzi per certi aspetti si è aggravata. Per quanto riguarda l’Italia non si può ignorare, infine, che la crisi è alimentata anche dalle incertezze e dalle incognite su quale sarà il governo chiamato a succedere a Monti. Se prevarranno ancora interessi politici di corto respiro -sottolinea il coordinatore del Pdl- l’Italia rischia di disperdere quello sforzo comune che è necessario garantire anche nel futuro”.
Le elezioni anticipate, ammonisce l’ex ministro Franco Frattini, sarebbero una “competizione sulla pelle degli italiani. Il Paese ha bisogno che l’azione di risanamento prosegua. E non certamente di esasperare gli animi con una litigiosa campagna elettorale destinata, a giudicare dai toni e dalle bizzarre idee per raccattare voti, a infiammarsi ulteriormente. I mercati chiedono fiducia, stabilità e certezze. Rispondere con scetticismo e con elezioni anticipate significherebbe vanificare gli sforzi fatti sino ad oggi e dare origine ad un trauma ancor peggiore di quello a cui la crisi ci sta sottoponendo’’.

Nell’attuale contesto politico e finanziario, fa notare Fabrizio Cicchitto, “non ci sembrano vie d’uscita né il ricorso alle elezioni anticipate, che sarebbero solo una dichiarazione di fallimento da parte di tutte le forze politiche che sostengono Monti; né il ricorso a una grande coalizione politica che sarebbe possibile solo in un Paese che, diversamente dall’Italia non fosse contrassegnato dalla profonda dicotomia che per ragioni storico-politiche profonde caratterizza il sistema politico italiano compresa -sottolinea il capogruppo Pdl alla Camera- l’alternativa populista-eversiva che a esso viene rivolta da Grillo-Di Pietro’’.

“La caduta delle borse e i dati dello spread, che ha superato quota 520 -attacca Antonio Di Pietro- confermano come la situazione dell’Italia sia fortemente critica”.

– È sotto gli occhi di tutti che, in questi mesi, sono mancati provvedimenti economici e strutturali per la crescita. Il governo si è limitato a imporre sacrifici alla povera gente ma non è stato in grado di attivare alcuna misura che prospettasse sviluppo e stabilità. Per salvare il Paese è necessario intervenire per invertire, quanto prima, le carte in tavola. Monti è stato chiamato per risollevare l’economia e mettere fine a una pericolosa situazione di emergenza. Dopo 8 mesi di tagli sconsiderati, siamo punto e a capo. Oggi più che mai, l’Italia ha bisogno di un governo politico, democraticamente eletto, che abbia il coraggio di abbattere gli odiosi privilegi della casta e promuovere misure in grado di garantire realmente la crescita e assicurare un futuro alle nuove generazioni. Un futuro che Monti e i suoi ministri hanno cancellato’.

L’obiettivo delle elezioni anticipate è condiviso anche da Roberto Maroni che svela un particolare inedito:
– Della caduta del governo ne abbiamo parlato con Berlusconi ed eravamo rimasti d’accordo che se lo spread avesse superato i 500 punti avrebbe ritirato il suo sostegno. Questa ipotesi era stata ventilata ma dopo di allora non ne abbiamo più parlato. Lo incontrerò nei prossimi giorni e glielo ricorderò – rende noto il segretario della Lega -. Riteniamo si possa dichiarare il fallimento del governo e che Monti si debba dimettere subito e andare al voto in autunno. Peggio di così non si può andare e quando Monti è stato nominato presidente del Consiglio lo spread era a 400 punti adesso è a 520. Significa che il governo Monti non è considerato un governo stabile né affidabile e quindi tanto vale prenderne atto, interrompere questa agonia e andare ad elezioni subito. Elezioni che daranno stabilità politica e economica, quello che i mercati cercano.

Ultima ora

08:45Honduras: sorella presidente morta in incidente elicottero

(ANSA) - TEGUCIGALPA, 17 DIC - Hilda Hernandez, sorella del presidente dell'Honduras Juan Orlando Hernandez, è morta, con altre cinque persone, in un incidente di elicottero, schiantatosi su una montagna vicino alla capitale Tegucigalpa. La donna, 51 anni, era addetta alle comunicazioni per il fratello, ed era stata ministro dello sviluppo sociale durante la precedente amministrazione dell'allora presidente Porfirio Lobo. L' elicottero militare trasportava Hernandez, quattro membri della sua scorta e un pilota. Era decollato dall'aeroporto internazionale di Tegucigalpa alla volta della sua residenza a Comayagua, 60 chilometri dalla capitale. Poco dopo, l'aeronautica ha dato il velivolo per disperso. I resti dell'elicottero sono stati poi trovati sulle montagne vicine a Tegucigalpa, senza sopravvissuti. Hernandez è coinvolto in una disputa sulle elezioni presidenziali in cui ha conquistato il 43% dei voti contro il 41,4% del candidato di opposizione Salvador Nasralla. Il vincitore non è stato ancora proclamato ufficialmente.

08:43Russiagate: Mueller accede a migliaia email transition team

(ANSA) - WASHINGTON, 17 DIC - Il team del procuratore speciale per il Russiagate Robert Mueller ho ottenuto l'accesso a migliaia di email private mandate e ricevute da collaboratori di Donald Trump prima che si insediasse alla Casa Bianca. Materiale, riferisce l'Ap, di cui gli investigatori sono venuti in possesso non chiedendo direttamente al transition team del tycoon ma attraverso la General services administration, che spesso archivia i documenti della transizione presidenziale nei suoi computer. Una mossa che potrebbe sollevare obiezioni legali. Un avvocato del transition team ha gia' inviato una lettera al Congresso per segnalare che all'indagine di Mueller sono state fornite "rivelazioni non autorizzate" da parte di questa agenzia federale. Il materiale comprende comunicazioni di una decina di dirigenti all'epoca della transizione, tra cui Michael Flynn, che ha raggiunto un accordo con gli inquirenti per aver mentito all'Fbi.

04:33Savoia: salma Vittorio Emanuele III in arrivo dall’ Egitto

(ANSA) - ROMA, 17 DIC - La salma di Vittorio Emanuele III è partita da Alessandria d'Egitto dove era sepolta nella cattedrale di Santa Caterina, per rientrare in Italia a bordo di un volo militare atteso stamani attorno alle 11. Lo ha riferito il Gr1 di Radio Rai, precisando che alla partenza erano presenti familiari e l'ambasciatore italiano al Cairo Giampaolo Cantini. Le spoglie del sovrano, a quanto si è appreso, sarebbero state portate da Alessandria in un aeroporto militare nelle vicinanze del Cairo, punto di partenza per l'Italia a bordo di un aereo militare. Il velivolo dovrebbe atterrare in mattinata in uno scalo militare del Piemonte, e la bara dovrebbe essere poi traslata al Santuario di Vicoforte, accanto a quella della regina Elena, sebbene alcuni familiari premano ancora per la traslazione nel Pantheon.

01:35Calcio: Francia, Psg a valanga e il Monaco resta a -9

(ANSA) - ROMA, 17 DIC - Il Paris Saint Germain risponde alla vittoria di ieri del Monaco infliggendo una dura lezione al Rennes, battuto 4-1 in trasferta con una doppietta di Neymar e gol di Cavani e Mbappè. I parigini, dopo 18 giornate, mantengono il +9 di vantaggio sui monegaschi. Fari puntati domani sulla sfida Lione-Marsiglia, match clou che mette di fronte due squadre in corsa per la Champions ed è una grande occasione per gli ospiti, guidati da Rudi Garcia sono in corsa per il secondo posto. Nonostante i gol di Balotelli, il Nizza annaspa al settimo posto e domenica ospita il Bordeaux. Tra le altre partite di oggi, il Digione ha battuto 3-0 il Lille e sale al settimo posto a quota 24, dove si trovano anche lo Strasburgo, che ha battuto 2-1 il Tolosa, e il Caen, che invece non è andato oltre lo 0-0 in casa col Guingamp. Seconda vittoria stagionale per il fanalino di coda Metz, che è riuscito a imporsi 3-1 a Montpellier.

01:05Calcio: Roma, Di Francesco “vittoria sofferta ma importante”

(ANSA) - ROMA, 16 DIC - "Questa gara era importante, avevo dato un segnale, e l'abbiamo vinta soffrendo. Si parla sempre degli episodi, che sono importantissimi, ma noi avremmo potuto fare gol prima. Abbiamo subito il primo tiro contro dopo 83', abbiamo sempre fatto la gara contro un Cagliari molto organizzato ma noi abbiamo voluto fortemente la vittoria. Ci teniamo stretti questi 3 punti". Lo ha detto l'allenatore della Roma, Eusebio Di Francesco, dopo la vittoria al 94' sui sardi. "Abbiamo concesso pochissimo in difesa, il Cagliari non ci ha permesso di essere aggressivi ma abbiamo avuto una grande supremazia territoriale - ha proseguito -. Dovevamo essere più cinici e cattivi, dobbiamo lavorare ancora di più. Ma io non sono d'accordo sulla prestazione negativa, abbiamo fatto la partita. Abbiamo tirato in porta 20 volte, dovevamo essere più precisi".

01:03Cile: frana per piogge torrenziali, 3 morti e 15 dispersi

(ANSA) - SANTIAGO, 16 DIC - Piogge torrenziali nel sud del Cile hanno causato una frana che ha sommerso un villaggio: almeno tre persone sono morte e altre 15 risultano disperse. Lo riferisce il viceministro dell'Interno Madmud Aleuy, aggiungendo che le vittime sono due donne e un turista non ancora identificato. Le piogge hanno causato l'esondazione di un fiume vicino a una collina franata su 20 delle 200 case del villaggio di Villa Santa Lucia, nella regione meridionale di Los Lagos. La presidente Michelle Bachelet ha riferito su Twitter che i servizi di emergenza stanno lavorando dell'area "per soccorrere le persone colpite". Alcuni feriti sono stati evacuati in elicottero. (ANSA)

01:01Omicidio cestista Nba Lorenzen Wright, arrestata moglie

(ANSA) - WASHINGTON, 16 DIC - Per l'uccisione nel 2010 dell'ex giocatore di basket Nba Lorenzen Wright, la polizia di Memphis ha arrestato l'ex moglie Sherra, 46 anni, e un suo coetaneo, Bill Turner, accusati ora di concorso nell'omicidio. Le forze dell'ordine non hanno reso noto cosa le abbia portate ai due e il movente del delitto, ma la svolta sarebbe stata impressa dal ritrovamento dell'arma usata nell'aggressione, in un lago vicino a Walnut, Mississippi, 75 miglia a est di Memphis. Il corpo di Wright, che allora aveva 34 anni, fu trovato alla periferia della città in stato di decomposizione dieci giorni dopo la sua scomparsa. Aveva diverse ferite d'arma da fuoco. Il cestista aveva giocato nell'Nba per 13 anni in 5 squadre, tra cui quella di Memphis.

Archivio Ultima ora