Non è aumento

CARACAS – Lo ha spiegato la Banca Centrale del Venezuela attraverso un comunicato. Il “Convenio Bancario N.20” è uno strumento finanziario che permetterà di rafforzare la tendenza alla crescita dell’economia del paese. Quindi non rappresenta, come si è speculato con insistenza in alcuni ambienti, un’apertura al ferreo controllo dei cambi.

Il “Convenio Cambiario N.20”, stando alla BCV, permetterebbe ai venezuelani, e alle ditte presenti nel Paese, di avere conti in moneta straniera (euro o dollari). Ciò, nella strategia disegnata dalla BCV, dovrebbe contribuire a dare un nuovo impulso all’economia. Si stima che la crescita del Pil, quest’anno, dovrebbe essere del 5 per cento circa.

Condividi: