Denver, l’autore della strage rischia pena di morte

DENVER  – James Holmes, l’autore della strage di Aurora, è stato formalmente incriminato di 24 capi d’accusa per omicidio e 116 per tentato omicidio. Il 24enne ex studente dell’università del Colorado rischia di essere condannato alla pena di morte per il massacro compiuto nel cinema del sobborgo di Denver dove 12 persone sono state uccise ed altre 58 ferite mentre vedevano la premiere del nuovo film di Batman.

Holmes è apparso per la seconda volta in aula, dopo quella della scorsa settimana in cui era apparso assente, con lo sguardo vitreo e perso nel vuoto. Anche questa volta l’imputato è rimasto praticamente in silenzio, salvo rispondere “sì” ad una domanda procedurale che gli ha rivolto il giudice William Sylvester che ha fissato la prima udienza preliminare per il 12 novembre.

Condividi: