Battisti-Sartori, che bravi!

LONDRA – Argento nel doppio senior per Romano Battisti e Alessio Sartori che regalano all’Italia la decima medaglia di questi Giochi. I due azzurri, con una grande rimonta, erano riusciti anche ad assaporare l’oro, ma sono stati superati negli ultimi 250 m dall’equipaggio neozelandese. Bronzo alla Slovenia. Ad Eton Dorney, gli italiani, entrambi della provincia di Latina, hanno tagliato il traguardo col tempo di 6’32”80, dietro all’equipaggio della Nuova Zelanda (medaglia d’oro per Nathan Cohen e Joseph Sullivan), con 1”13 di ritardo. Il bronzo, invece, è andato alla Slovenia (Luka Spik e Iztok Cop), terza, con 6’34”35. Il duo di finanzieri azzurri – Battisti è di Priverno, Sartori di Terracina – è un misto di entusiasmo ed esperienza. Battisti, esordiente olimpico, ha 26 anni, mentre Sartori è alla terza medaglia in 5 Olimpiadi: nelle precedenti esperienze vanta un 4° posto con il quattro di coppia ad Atlanta ’96; l’oro con la stessa barca a Sydney; il bronzo di Atene 2004 nel doppio e l’11° posto nel quattro senza a Pechino. Uno score di tutto rispetto.

“Siamo soddisfatti del nostro percorso – ha detto ai microfoni di Sky Romano Battisti -, siamo passati ai 500 in testa, ma avevamo la Nuova Zelanda che stava facendo la gara su di noi. Siamo un equipaggio societario e purtroppo non eravamo atleti adatti per la federazione, ma è venuto fuori un grosso equipaggio. Siamo soddisfatti del nostro percorso”.

Felice anche Alessio Sartori: “Il nostro percorso è stato molto difficile. Abbiamo dimostrato di avere le capacità di poter competere a livello internazionale. Dedico questa medaglia al Colonello Bellantuono che è stato un secondo papà per tutti e due”, ha concluso Sartori.

Quella della coppia azzurra è la trentaseiesima medaglia del canottaggio azzurro, il 14° argento, metallo portato a casa anche da Pechino dove lo vinse il 4 di coppia. La coppia azzurra, che non fa parte degli equipaggi federali, si è qualificata ai Giochi vincendo la finale del doppio a Lucerna, nel maggio scorso.

Condividi: