ATLETICA: La triste storia di Liu Xiang

LONDRA – Liu Xiang è uno dei tanti fortissimi atleti segnati dalla sfortuna. In questa edizione dei Giochi Olimpici, infatti, solo l’atletica ha potuto registrare un’infinità di situazioni in cui campioni quotatissimi hanno dovuto rinunciare, per un motivo o per un altro.

Liu Xiang (oro ad Atene 2004) era uno dei più attesi: dopo la brutta avventura di Pechino 2008, che avrebbe dovuto consacrarlo davanti al suo pubblico, l’ostacolista cinece ci voleva riprovare a Londra. In teoria l’uomo da battere era lui. Eppure l’infotunio è dietro l’angolo e dopo lo start accade l’irreparabile

Liu Xiang non riesce nemmeno a staccare con la gamba dolorante e travolge il primo ostacolo, infrangendo così un sogno che alimentava da quattro anni. Esce saltellando e zoppicando, però il regolamento prevede che debba finire la prova. Così due avversari (il britannico Andrew Turner e lo spagnolo Jackson Quinonez) decisono di aiutarlo e lo sorreggono fino alla fine della pista.

Dopo questa dolorosa prova, sia per il corpo che per lo spirito, l’epilogo è triste: il cinese viene portato via in seria a rotelle e si conclude così la sua avventura olimpica.