Italiano falso nullatenente vive in Venezuela con assegno Inps

CARACAS – Conto bancario sequestrato e una denuncia per truffa e false attestazioni per un cittadino italiano che percepiva l’assegno sociale dell’Inps non avendone diritto perché da tempo vive all’estero, in Venezuela.

La truffa è stata scoperta grazie ai controlli della Guardia di Finanza Viareggio, nell’ambito dell’attività di controllo nel settore delle prestazioni sociali, in particolare della spesa assistenziale.

Secondo la ricostruzione delle Fiamme gialle, che lo hanno denunciato, l’uomo nel 2005 era tornato in Italia per un breve periodo, prendendo la residenza a Massarosa, presso l’abitazione di alcuni parenti. Ma dopo aver dichiarato redditi pari a zero euro ed aver ottenuto l’assegno sociale dell’Inps, era tornato in Venezuela, continuando a percepire illecitamente i soldi che possono essere erogati solo a chi effettivamente risiede nel territorio dello Stato italiano. Riceveva un assegno mensile da 400 euro, più la tredicesima.

Le fiamme gialle hanno così denunciato l’uomo per truffa e false attestazioni, gli hanno sequestrato un conto corrente bancario e lo hanno segnalato all’Istituto di previdenza per il recupero delle somme percepite indebitamente, circa 35.000 euro in totale.

Condividi: