Campodimele

Pubblicato il 09 agosto 2012 da redazione

Il nome
Deriva dal latino Campus Mellis, campo di miele, perché un tempo vi era un’abbondante produzione di miele.
Tutti i documenti che parlano del luogo, nelle varie versioni – Campu de Mele, Campo de Melle e Compo di Fiori – fanno riferimento al miele.

La via dell’amore intorno alle mura
Questo borgo sui monti Aurunci, sorto nel cuore di una fitta selva, roccaforte naturale di pastori e boscaioli nell’antichità, si presenta arroccato e con una struttura architettonica circolare e compatta, il cui punto più alto è costituito dal campanile della chiesa parrocchiale.

Le abitazioni degradano verso il basso determinando una struttura a forma di cono di cui la cinta muraria costituisce la base.

Campodimele si caratterizza per un tessuto urbano tipicamente medioevale, con piazze e slarghi su cui si affacciano abitazioni che mantengono volumi omogenei, non molto alterati dagli interventi della modernità.
L’incanto viene alla luce inoltrandosi nelle vie dell’antico villaggio, dove il colore bianco e grigio dei selciati, la forma e i materiali delle facciate danno un senso di pace altrove perduto.

L’antico frantoio, la piazza con l’olmo secolare, il belvedere, la pietra delle case fanno pensare al piccolo e semplice mondo di una volta.

La migliore visione del borgo è quella aerea perché fa risaltare la forma circolare dell’impianto medievale con le mura intervallate da dodici torri e un mastio. La cinta muraria con le torri è tutelata dai Beni Culturali ed ha la caratteristica di essere abitata. La fortificazione è sorta nel secolo XI come baluardo e punto d’avvistamento della sottostante strada della Valle del Liri. Il camminamento esterno alle mura offre la visione completa dei monti del pre-Appennino e costituisce una gradevole passeggiata romantica.

Il percorso pedonale, dopo i lavori di restauro, è stato non a caso chiamato “via dell’amore”. Percorrendola, si respira un’aria da villaggio di campagna dedito all’agricoltura e alla pastorizia, come ormai non ce ne sono più in Italia.
La parrocchiale dedicata a San Michele Arcangelo, sorta nel sec. XI, è ancora come appare in un affresco del 1580 conservato in Vaticano. Vi si trovano alcuni dipinti di buon valore artistico, tra cui due soggetti religiosi del XV secolo.

Oltre ai resti di un pregevole tabernacolo marmoreo della scuola di Tommaso Malvito, artista operante a Napoli tra la fine del XV e gli inizi del XVI secolo, c’e un quadro firmato da Gabriele da Feltre nel 1578.

Antichissimo è il convento dell’anacoreta Sant’Onofrio, costruito nel secolo XI dai Benedettini per volontà dell’abate Desiderio, poi eletto Papa Vittore III nel 1087.

Notevole è pure la cappella rurale della Madonna delle Grazie, risalente al XIII secolo e situata a mezza costa, in località Taverna. È tutta in pietra viva e dopo il restauro conservativo è tornata alle sue caratteristiche originarie. Una finestrella dietro l’altare inquadra ad occidente il santuario della Madonna della Civita sul monte omonimo.

Il prodotto del borgo
I prodotti di un’agricoltura povera, come le gustosissime cicerchie e favette, sembrano essere alla base della longevità degli abitanti di Campodimele, unitamente alla gran qualità di carni e formaggi.

Oltre al prodotto simbolo, la cicerchia – una leguminosa apprezzata già in tempi remoti in Medio Oriente – sono ottimi lo scalogno, le lumache del Faggeto, le olive locali, il capretto dei monti Aurunci.

Il piatto del borgo
Un piatto della tradizione è laina e cicerchie, una pasta fatta in casa con sola farina e acqua, senza aggiunta di uova, condita con le cicerchie cotte con sugo di pomodoro, cipolla, aglio, brodo, e servita con ricotta essiccata di capra. Tutti gli ingredienti devono essere prodotti a Campodimele.

La zuppa di cicerchie, piatto semplice e sano, si mangia solo a Campodimele. Si mettono in ammollo le cicerchie la sera prima, l’indomani si lessano a fuoco lento per un’oretta insieme a prosciutto, aglio e scalogno, e infine se ne versa il contenuto sulle fette di pane aggiungendo mezzo cucchiaio di olio d’oliva per piatto.

COME ARRIVARE A CAMPODIMELE
Provincia di Latina
Come si raggiunge 

In auto:
Autostrada A1, uscita Ceprano o Pontecorvo.

In treno:
linea Roma-Napoli, stazioni di Monte San Biagio, Fondi e Formia; poi bus con frequenza tre corse al giorno, per raggiungere Campodimele in 40 minuti.

 

Ultima ora

19:18Francia: scontro treno-scuolabus, 2 morti e 7 feriti

(ANSA) - PARIGI, 14 DIC - Uno scuolabus è stato investito da un treno nei pressi di Perpignan, nel sud-est della Francia, non lontano dal confine spagnolo. Secondo TF1, il bilancio provvisorio è di 2 morti e 7 feriti gravi. L'incidente è avvenuto nel comune di Millas, sull'asse ferroviario Perpignan-Villefranche de Conflent, intorno alle 16.00. Tra le vittime, precisa TF1, ci sarebbero anche dei bambini.

19:13Diritti tv: Malagò, ora copertura Giochi è completa

(ANSA) - ROMA, (ANSA) - ROMA, 14 DIC - 14 DIC - "Siamo molto felici per il fatto che la Rai abbia acquisito i diritti a trasmettere le Olimpiadi invernali, una cosa che integra in modo esemplare e perfetto quanto già offerto con Discovery da Eurosport". Il presidente del Coni, Giovanni Malagò, saluta così l'annuncio dell'accordo con Discovery per l'acquisizione dei diritti radiotelevisivi in chiaro delle Olimpiadi invernali del 2018 in Corea, che la Rai trasmetterà quindi dopo 8 anni di assenza. "Non nascondo che siamo sempre stati sponsor di questa opportunità - ha aggiunto il capo dello sport Italiano all'Ansa - per mettere in condizione il più possibile di dare visibilità alle discipline invernali, agli sponsor e chi ha investito sui progetti". "Ringrazio anche il gruppo Discovery, sono molto molto felice, complimenti a presidente e direttore generale della Rai".

19:05Russia: Sobchak attacca Putin, ‘teme competizione’

(ANSA) - MOSCA, 14 DIC - La candidata alle presidenziali in Russia e giornalista della tv 'Dozhd' Xenia Sobchak attacca Vladimir Putin con una domanda scomoda durante la conferenza stampa annuale del leader russo: "Perche' il Cremlino ha cosi' tanta paura della competizione?", chiede Sobchak, completamente vestita di rosso, denunciando che all'oppositore Alexiei Navalni non e' stato permesso di candidarsi e che "le persone sanno bene che essere leader dell'opposizione significa essere uccisi o incarcerati".

19:03Gerusalemme:sindaco Nazareth cancella cerimonie Natale

(ANSAmed) - TEL AVIV, 14 DIC - Il sindaco della città arabo-israeliana di Nazareth, nel nord del paese, Ali Salam, ha deciso di cancellare le celebrazioni programmate per le feste natalizie, ad eccezione di quella per l'illuminazione dell'albero di Natale e la tradizionale marcia annuale. Salam - che è musulmano - ha motivato la mossa, secondo l'agenzia ufficiale palestinese Wafa, per protesta "contro l'annuncio di Donald Trump su Gerusalemme".

19:00Migranti: Tusk,dibattito emotivo, lavorare su unità Ue

(ANSA) - BRUXELLES, 14 DIC - Sul dossier migrazione "la divisione è tra Est e Ovest", sull'Unione economica e monetaria "tra Nord e Sud". "Queste divisioni sono accompagnate da emozioni che rendono difficile anche trovare un linguaggio comune e argomenti razionali per il dibattito. Per questo dovremo lavorare sulla nostra unità in modo più intenso ed efficace". Lo afferma il presidente del consiglio europeo Donald Tusk entrando al summit, evitando però le domande dei giornalisti, che rimanda alla conferenza stampa di domani.

19:00Parla consigliera nera Casa Bianca, ‘via perche’ a disagio’

(ANSA) - NEW YORK, 14 DIC - "Ho visto cose, situazioni che mi hanno messo a disagio": cosi' Omarosa Manigault, ex modella afroamericana divenuta uno dei consiglieri del presidente americano Donald Trump, parla alla Abc del suo improvviso addio alla Casa Bianca. "Abbiamo avuto una discussione molto franca col capo dello staff John Kelly sulle mie preoccupazioni, questioni che ho sollevato e per le quali ho deciso di dimettermi", spiega la donna: "C'erano molte cose che ho visto nel corso dell'ultimo anno che mi hanno reso moto infelice".

18:57Nuova ambasciata Usa a Londra, è fortezza sul Tamigi

(ANSA) - LONDRA, 14 DIC - Una "fortezza sul Tamigi". Così i media britannici definiscono la nuova ambasciata degli Stati Uniti nel sud-ovest di Londra, zona di Nine Elms. E' la sede diplomatica più costosa mai costruita: per realizzare l'edificio di dodici piani a forma di cubo, che sorge al centro di una zona difesa con tanto di fossato pieno d'acqua, è stato sborsato un miliardo di dollari, molti di più rispetto ai 370 milioni previsti. Non sono mancate le polemiche sui costi per il luogo che ospiterà a partire dal prossimo mese i funzionari americani già impegnati in un trasloco dalla storica sede nel centro di Londra, a Grosvenor Square, sull'altro lato della piazza rispetto all'ambasciata italiana. Ma le autorità Usa hanno voluto a tutti i costi realizzare un 'maniero' fortificato lungo il fiume per proteggersi da attacchi terroristici. Così l'edificio è stato costruito con muri perimetrali ricoperti da vetri resistenti alle esplosioni, mentre gli accessi esterni prevedono una serie di blocchi a prova di camion bomba.

Archivio Ultima ora