Obama: “Giovani non scoraggiatevi”, Ryan: “Con noi lavoro per 12 milioni”

Pubblicato il 30 agosto 2012 da redazione

WASHINGTON – “Non scoraggiatevi, non abbiamo risolto i problemi in un attimo, e non lo faremo ma stiamo facendo progressi e con il vostro aiuto ne faremo ancora”. E’ l’appello rivolto ai giovani americani da Barack Obama che, rispondendo durante l’intervista sul sito Reddit alla domanda di un giovane laureato preoccupato per le difficili prospettive di lavoro e per il peso dei debiti d’onore contratti per studiare, riconosce che “e’ difficile per chi si e’ appena laureato” e che “se le prospettive a lungo termine sono ottime, questo non aiuta nel breve termine”.

Repubblicani
Se torneranno alla Casa Bianca, i repubblicani porteranno con sé un programma per creare 12 milioni di posti di lavoro in quattro anni. E’ questa la promessa fatta da Paul Ryan nel suo discorso alla convention di Tampa, assicurando che praticamente tutti gli americani che in questo momento stanno cercando lavoro – 12,8 milioni secondo i dati di luglio con una disoccupazione all’8,3% – saranno occupati entro la fine del primo mandato di Mitt Romney.
“Abbiamo un piano per un ceto medio più forte – ha detto il candidato alla vice presidenza – con l’obiettivo di creare 12 milioni di nuovi posti di lavoro nei prossimi quattro anni”.

Ryan, nel suo discorso alla conquista dei Repubblicani, tratteggia un durissimo ritratto della presidenza di Barack Obama. “Tutto è iniziato con discorsi esaltanti, l’entusiasmo di qualcosa di nuovo. Ora tutto quello che è rimasto è una presidenza alla deriva, che sopravvive con slogan ormai stanchi, cercando di afferrare l’attimo già passato, come una nave che cerca di veleggiare con il vento del giorno prima”.

Il discorso del presidente della commissione Bilancio della Camera, ideologo e voce del Tea Party che vede in tagli drastici ed inclementi alla spesa pubblica l’unica ricetta per far ripartire la locomotiva Usa, è stato tutto incentrato sui problemi dell’economia e dell’alto tasso di disoccupazione e su quelle che ha definito le politiche fallimentari dell’amministrazione Obama per cercare di contrastarli.

Ryan, che ha 42 anni e viene considerato il primo esponente della cosiddetta “generation x” a candidarsi in un ticket presidenziale, nell’accettare la candidatura si è impegnato a nome della sua generazione: “io accetto la sfida per la mia generazione di consegnare ai nostri figli l’America che ci è stata data, l’opportunità per i giovani e la sicurezza per gli anziani, e so che siamo pronti”.

I delegati al Tampa Times Forum hanno risposto con entusiasmo alle parole di Ryan, facendo sperare allo staff di Mitt Romney che ora nei sondaggi si possa registrare quel passo in avanti che finora la scelta di Ryan, annunciata lo scorso 11 agosto, non ha fatto registrare.

Ultima ora

01:20Giovane pestato in discoteca a Jesolo, e’ in coma

VENEZIA - Un giovane veneziano di 24 anni è ricoverato in coma farmacologico all'ospedale di Mestre in seguito ad un pestaggio subito la notte di Ferragosto in una discoteca di Jesolo (Venezia). Lo riferisce il sito del 'Corriere del Veneto', spiegando che la vicenda è stata resa nota dai genitori del ragazzo, in una lettera denuncia. La vittima dell'aggressione si trova all'interno di un privé del locale, quando sarebbe stato avvicinato da uno sconosciuto, un giovane corpulento, che, probabilmente in stato di alterazione, che gli avrebbe gettato addosso una bevanda. Quando il 24enne ha reagito, secondo la ricostruzione della testata, l'altro gli si sarebbe lanciato contro, colpendolo con due pugni al volto.

00:29Champions: tecnico Nizza, Napoli è squadra quasi perfetta

(ANSA) - ROMA, 16 AGO - "Giocare contro il Napoli è difficilissimo: è una squadra quasi perfetta, con pochissimi punti deboli. Abbiamo incontrato parecchie difficoltà". Così, dai microfoni di Premium, il tecnico del Nizza Lucien Favre dopo la sfida del San Paolo, per i play off della Champions. "Cosa possiamo fare per ribaltare il risultato? - dice ancora Favre - Dovremo fare un grosso lavoro, la chiave sarà il ritmo. Siamo in ritardo da questo punto di vista e colmare il gap sarà difficile".

00:25Basket:James contro Trump,’con lui odio va di nuovo di moda’

(ANSA) - SANDUSKY (USA), 16 AGO - Anche Lebron James, fenomeno del basket che anche in passato ha espresso le proprie opinioni politiche, appoggiando Barack Obama e diventando 'testimonial' nella campagna per Hillary Clinton, attacca il Presidente Donald Trump dopo gli scontri a Charlottesville durante una manifestazione di neonazisti e KKK e le dichiarazioni di Trump che ne sono seguite. Lo ha fatto prima con un tweet in cui ha spiegato che "l'odio è sempre esistito in America, e lo sappiamo bene, ma Donald Trump ha reso quell'odio nuovamente di moda. Le statue non c'entrano più nulla adesso". Poi la star Nba ha rincarato la dose nel corso di una manifestazione della sua fondazione benefica. "Ci sono tragici eventi che stanno accadendo - ha detto -. Voglio parlarne, perché ho questa occasione e sono una persona che può far sentire la propria voce: l'unico modo per migliorare come società e come persone è attraverso l'amore. E è così che riusciremo a conquistare qualcosa. Non c'entra quel tizio che dicono sia il presidente degli Usa".

00:18Champions: Sarri, fatto il meglio di ciò che possiamo ora

(ANSA) - ROMA, 16 AGO - "Abbiamo fatto il meglio che possiamo in questo momento della stagione, ci manca un pizzico di lucidità sotto porta, siamo anche stati un po' sfortunati, con un palo e una traversa, però sono soddisfatto anche se potevamo fare di più negli ultimi dieci minuti". Al termine di Napoli-Nizza, Maurizio Sarri fa il bilancio della partita in cui i suoi hanno vinto per 2-0. "Non ci aspettavamo che loro giocassero a cinque - dice ancora - e nell'intervallo abbiamo fatto il 'riepilogo' di cosa facciamo quando ci troviamo di fronte una squadra schierata in questo modo. Così poi abbiamo 'economizzato' certi movimenti: prima avevamo speso troppo, ma ci siamo rimessi in ordine". Ma ora comincia anche il campionato e c'è il ritorno con il Nizza: sarà difficile gestire tre patite in sei giorni? "Non penso che in questo momento siano un problema insormontabile - risponde Sarri -, anzi ci può fare bene fare tre partite ufficiali. Milik? ha sbagliato un'occasione facile, ma non è entrato male e si è fatto trovare pronto".

00:13Champions: Mertens, il 2-0 è troppo poco

(ANSA) - ROMA, 16 AGO - "Oggi era un match molto importante, lo abbiamo detto, la squadra ha giocato e ha dato tutto. Lo stadio pieno è bellissimo. Secondo me il 2-0 è troppo poco, non è male ma se rivediamo la partita credo sia troppo poco, anche se in ottica match di ritorno non è male". E' un Dries Mertens non felice al 100% quello che commenta 'a caldo' il successo del Napoli sul Nizza nel preliminare di Champions. "C'era molto spazio alla fine, avremo potuto fare di più per la squadra - dice ancora il belga, anche oggi a segno -. Sono rimasto qui perchè la squadra gioca un calcio molto bello e ci si possono togliere molte soddisfazioni. Qual è il mio vero ruolo? Io voglio giocare, e posso farlo con qualsiasi sistema. Nella nazionale del Belgio giochiamo con un modulo diverso, con due attaccanti dietro la prima punta".

23:23Champions: risultati andata ‘playoff’

(ANSA) - ROMA, 16 AGO - Risultati delle partite d'andata giocate oggi per i playoff di ammissione alla fase a gironi della Champions League: Napoli (Ita) - Nizza (Fra) 2-0 Basaksehir (Tur) - Siviglia (Spa) 1-2 Hapoel Beer-Sheva (Isr) - Maribor (Slo) 2-1 Celtic (Sco) - Astana (Kaz) 5-0 Olympiacos Pireo (Gre) - Rijeka (Cro) 2-1.

23:21Champions: play off, Napoli-Nizza 2-0

(ANSA) - ROMA, 16 AGO - Napoli-Nizza 2-0 nella partita d'andata dei play off per l'ammissione alla fase a gironi della Champions League. La partita di ritorno si giocherà fra sei giorni in Francia. Le reti del match di oggi sono state segnate da Mertens al 12' pt e Jorginho su rigore, molto contestato dai nizzardi al 25' st. Il Nizza ha concluso in nove per le espulsioni di Koziello e Plea.

Archivio Ultima ora