Prandelli prova l’Italia anti-Bulgaria con Osvaldo-Giovinco ed Insigne

FIRENZE – La mattina ha testato un’Italia con il tridente, nel pomeriggio il 3-5-2 con la coppia d’attacco Osvaldo-Giovinco.

A poche ore dall’esordio nelle qualificazioni per i Mondiali 2014 a Sofia contro la Bulgaria Cesare Prandelli fa le prove generali. Il tutto mentre il centro tecnico di Coverciano, complici i primi infortuni di stagione, si trasforma in un Grand Hotel dove si arriva e si parte: ko Balzaretti e Astori (il difensore romanista lascerà il gruppo stamattina, il cagliaritano ha già fatto le valigie), ieri s’é aggregato l’atalantino Peluso e oggi pomeriggio il milanista Francesco Acerbi. Recuperabili De Rossi e Pazzini: un sollievo per il ct. Dunque, dopo le prove di ieri mattina con Diamanti, Giovinco e Osvaldo da una parte e Borini, Destro e Insigne dall’altra (gli ultimi due andati a segno durante la partitella), Prandelli ha incentrato l’allenamento pomeridiano sul lavoro tattico: in campo si sono alternate due squadre che senza avversari si sono applicate su schemi difensivi e offesivi. Sotto osservazione in vista della sfida con la Bulgaria l’11 composto da Buffon tra i pali, in difesa Barzagli, Bonucci e Ogbonna, a centrocampo Maggio e Giaccherini esterni, Pirlo al centro con Nocerino interno destro e Marchisio interno sinistro, in avanti la coppia Giovinco-Osvaldo.

Non hanno partecipato alla sessione di lavoro De Rossi e Pazzini che hanno svolto lavoro differenziato e cure per i rispettivi infortuni: il romanista accusa un trauma contusivo/distorsivo alla caviglia con sofferenza al legamento esterno, l’attaccante del Milan ha un fastidio al ginocchio destro con lieve versamento articolare. Entrambi gli infortuni, ha rassicurato il professor Enrico Castellacci, non destano preoccupazioni tanto che i due potrebbero recuperare già per l’impegno di venerdì.

Al contrario di Balzaretti e Astori entrambi alle prese con lesioni muscolari tra il 1 e il 2 grado al bicipite femorale che necessità di un preciso tempo di recupero. Per questo i due giocatori, indisponibili, sono stati sostituiti da Prandelli che ha convocato prima Peluso poi Acerbi: il milanista è arrivato a Coverciano e ha svolto un lavoro a parte tra campo e palestra. Anche per oggi il ct ha previsto un doppio allenamento: quello mattutino sarà preceduto da una serie di test.

Condividi: