Europa League, Inter e Lazio senza problemi

BAKU – Tutto facile per l’Inter. Molti “big” restano a casa in vista del derby, ma la squadra che Stramaccioni porta a Baku, basta e avanza per regolare i modesti azeri del Neftci. Senza Milito, Cassano, Zanetti, Samuel e tanti altri, i nerazzurri (in maglia rossa) si impongono con un netto 3-1 grazie alle reti di Coutinho, Obi e Livaja e soffrendo solo nella parte iniziale della ripresa, quando arriva il gol della bandiera di Canales. Bene Coutinho che dopo l’ottima prestazione con la Fiorentina conferma il suo buon momento in Azerbaijan. Stramaccioni lo schiera al fianco di Livaja, lui lo ripaga subito sbloccando il risultato al 10′ con un elegante colpo di tacco su assist dalla destra di Guarin, quest’ultimo a suo agio nel 3-5-2 che manda in campo il tecnico romano. La novita’, interessante, e’ Cambiasso al centro della difesa con Silvestre e Juan Jesus a completare il reparto. Il Neftci prova a rendersi insidioso solo sui calci piazzati, ma Handanovic non corre rischi. Coutinhosfonda quando e come vuole, al 19′ meriterebbe un rigore, al 28′ sfiora il 2-0 con un bel destro a girare. Al 30′ il raddoppio lo firma Obi di sinistro ancora su assist di Guarin. Bene anche il baby Livaja ed e’ lui a portare l’Inter sul 3-0 con un colpo di testa in tuffo dopo uno svarione della difesa azera. Nella ripresa il Neftci entra in campo deciso a riscattare il pessimo primo tempo e Handanovic ha il suo da fare. All’8′ arriva il gol degli azeri, lo firma Canales che sfrutta l’errore al tiro di Wobay. Replicano Pereira e Livaja che impegnano Stamenkovic.Stramaccioni non e’ tranquillo e anche se la pressione degli azeri va scemando, preferisce inserire Ranocchia in difesa, gli fa spazio Obi con Cambiasso che torna a centrocampo. C’e’ tempo per un bel contropiede di Coutinho (che alla mezz’ora lascia il posto all’esordiente Garritano) e per un bolide di Bertucci che impegna Handanovic. Finisce 3-1, vittoria importante in chiave qualificazione e adesso testa al Milan.

Ederson gol
Dopo il gol messo a segno domenica nel match vinto 2-1 contro il Siena, Ederson si ripete anche nel secondo impegno della Lazio nel girone J dell’Europa League. La rete del brasiliano al 17′ della ripresa sblocca e decide la partita in favore dei biancocelesti nel confronto con un ostico Maribor, anche perche’ al 32′ Hernanes si fa parare da Handanovic il rigore conquistato da Floccari per il possibile 2-0. I biancocelesti di Petkovic, comunque, hanno meritato il successo pieno con un primo tempo in cui hannocolpito due legni con Candreva. Il Maribor, da parte sua, ha giocato la propria partita rendendo difficile il compito ai laziali, creando un paio di occasioni importanti nel primo tempo. In una e’ stato bravo Bizzarri a salvarsi con l’aiuto della traversa sulla conclusione di Filipovic. La cronaca. Al 9′ Ederson si incunea nell’area slovena, ma non riesce a concludere, disturbato dai difensori. Un minuto piu’ tardi punizione dal limite di Ibraimi e facile parata di Bizzari. Al 14′ Maribor vicinissimo al vantaggio. Corner dalla sinistra di Cvijanovic e testa di Filipovic che Bizzarri devia sulla traversa.
Risponde la Lazio con un cross di Hernanes, ma la deviazione di testa di Dias e’ alta sulla traversa. Ancora un minuto e Tavares serve Cvijanovic lanciato a rete. Bizzarri in uscita neutralizza. Al 18′ palo esterno di Candreva con Handanovic battuto. Al 26′ trinagolazione Hernanes-Candreva-Ederson che appoggia in gol, ma in chiaro offside e rete non convalidata. Lo stesso Ederson al 29′ conclude a rete dal limite e la palla deviata da un difensore esce di poco. Secondo legno per la Lazio e Candreva che con un tiro-cross dalla destra trova la traversa a dirgli ancora di no. I biancocelesti di Petkovic premono ma non riescono a sfondare ed il primo tempo si chiude sullo 0-0.
Nessun cambio nei 22 al rientro in campo. Al 3′ Ederson si incunea in area slovena ma il suo sinistro e’ largamente fuori.Al 16′ prima sostituzione del match con Mezga per Tavares. Un minuto dopo passa in vantaggio la Lazio. Lancio per Floccari che stoppa e batte a rete. Respinge con i pugni Handanovic, ma Ederson e’ lesto a mettere in gol. Al 24′ lo stesso Ederson, un po’ sofferente e’ sostituito dal giovane Onazi. Al 31′ rigore per la Lazio. Floccari lanciato a rete e’ bloccato da Vidoc che tocca la pallo con la mano. Calcio di rigore ed espulsione. Ma Hernanes dal dischetto si fa ipnotizzare da Handanovic che para con l’aiuto del palo. Poi Filipovic libera prima che lo stesso “profeta” riesca ad intervenire. Al 38′ Petkovic gioca la carta Zarate al posto di un acciaccato Gonzalez. Al 41′, Milanic toglie Cvijanovic e mette dentro un attaccante, Komazec, giocandosi il tutto per tutto nella ricerca del pari, nonostante l’inferiorita’ numerica. La spinta del Maribor, pero’, non sortisce effetto e la Lazio vince 1-0 e si porta in testa al girone da sola con 4 punt.

Condividi: