Mossa a sorpresa di Berlusconi: “Mi ritiro. Arrivano le primarie”

Pubblicato il 24 ottobre 2012 da redazione

ROMA – ‘’Diciotto anni fa sono entrato in campo, una follia non priva di saggezza: ora preferisco fare un passo indietro per le stesse ragioni d’amore che mi spinsero a muovermi allora’’. Dopo 18 anni di guida incontrastata della sua creatura politica, Silvio Berlusconi si fa da parte e lascia il campo a chi avrà i numeri per prendere il suo posto. Il suo successore sarà scelto con le primarie, il 16 dicembre prossimo. Per lui si riserva un ruolo di ‘’padre nobile’’ magari esercitato da uno scranno del Senato.
“Non ripresenterò la mia candidatura a Premier – ha comunicato – ma rimango a fianco dei più giovani che debbono giocare e fare gol. Ho ancora buoni muscoli e un po’ di testa, ma quel che mi spetta è dare consigli, offrire memoria, raccontare e giudicare senza intrusività”.
Di un suo ritiro Berlusconi aveva già parlato qualche giorno fa, poi aveva corretto il tiro. Ma a questo punto il Rubicone è stato definitivamente attraversato. Nel lungo comunicato con cui l’ex leader del centrodestra annuncia il suo addio alla politica attiva, Berlusconi fissa il percorso che porterà alla scelta del nuovo leader: ‘’Con elezioni primarie aperte nel Popolo della Libertà, sapremo entro dicembre chi sarà il mio successore, dopo una competizione serena e libera tra personalità diverse e idee diverse cementate da valori comuni’’.
Al nuovo leader e candidato premier, chiunque sia, Berlusconi indica la strada da percorrere: quella che va nella ‘’direzione riformatrice e liberale’’ espressa ieri dal centrodestra berlusconiano, oggi dal ‘’senatore e tecnico ‘’ Mario Monti: un uomo che è ‘’espressione di un Paese che non ha mai preso parte alla caccia alle streghe’’ , arrivato a Palazzo Chigi grazie alla ‘’scelta responsabile’’ del pdl e che per l’Italia ha fatto ‘’molto’’ , pur commettendo qualche errore.
Una scelta impegnativa, come impegnativa è l’assenza nel comunicato di Berlusconi dalle critiche alle moneta unica alle quali a volte l’ex premier si è lasciato andare. ‘’Il nostro futuro – spiega il Cavaliere – è in una Unione più solida e interdipendente , in un libero mercato e in un libero commercio illuminato da regole comuni che vanno al di là dei confini nazionali ‘’.
Berlusconi sottolinea che il patrimonio riformatore che lui lascia in eredità ‘’non può essere disperso’’. E per questo chiama a raccolta i moderati, indicando come nemico da battere ‘’ una coalizione di sinistra che vuole tornare indietro’’, richiamando al potere ‘’uno stuolo di professionisti di partito’’ per riportare in auge quelle politiche ‘’che hanno prodotto la montagna del debito pubblico’’..
Da domani il pdl dovra’ mettersi al lavoro per cercare di riempire lo spazio che lascia Berlusconi con la sua ‘’autorottamazione’’ (che segue quelle , nel campo avverso, di Veltroni e d’Alema). La mossa dell’ex premier, nel suo partito, viene presa sul serio: nessuno crede che il Cavaliere possa a questo punto tornare indietro. Le reazioni sono tutte positive, da Formigoni a Cicchitto a Quagliarello, che vedono la possibilità di una rinascita del pdl sull’onda della scossa provocata da Berlusconi.
Arrivano le prime candidature alle primarie (subito Daniela Santanchè, seguita dall’ex governatore veneto Giancarlo Galan), e qualcuno, come i giovani formattatori del pdl, imita Renzi e chiede regole trasparenti. Resta deluso chi sperava che il passo indietro di Berlusconi spianasse la strada a un’alleanza con Casini. Per l’oggi Casini tira dritto e annuncia che alle elezioni presenterà la sua ‘’lista per l’Italia’’. Ma anche per il futuro, il leader centrista non lascia aperti spiragli:
– Per me – taglia corto – dopo Monti c’è Monti, non c’è Alfano o Vendola. Dovremmo chiedere a lui di continuare lavoro.
Qualcosa si muove invece sul versante della Lega Nord.
– Il passo indietro di Berlusconi è un atto di generosità che apprezzo e che apre nuove prospettive per il futuro – dice Roberto Maroni.

Ultima ora

19:35‘Ndrangheta:fondi Ue, chiesto processo ex assessore Calabria

(ANSA) - CATANZARO, 11 DIC - La Dda di Catanzaro ha chiesto il rinvio a giudizio di Nazzareno Salerno, ex assessore al Lavoro della Regione Calabria ed attuale consigliere regionale, coinvolto nell'inchiesta "Robin Hood" che ha svelato un presunto sistema illecito nella gestione dei fondi europei attraverso l'ente in house "Calabria etica". La richiesta di rinvio a giudizio è stata avanzata al gup, Claudio Paris, oltre che per Salerno, per altri 16 indagati e due società. I reati contestati, a vario titolo, sono truffa, estorsione aggravata dal metodo mafioso, corruzione, peculato, turbativa d'asta ed abuso d'ufficio. Dalle indagini della Guardia di Finanza di Vibo Valentia e del Ros di Catanzaro è emersa l'esistenza di un presunto "comitato d'affari" che avrebbe distratto i finanziamenti comunitari vincolati al progetto regionale "Credito sociale", indirizzandoli su conti correnti di società private anche all'estero. (ANSA).

19:33Ap, mandato a fondatori, trovare soluzione consensuale

(ANSA) - ROMA, 11 DIC - La Direzione di Ap, a quanto si apprende, ha votato di dare mandato ai tre fondatori Beatrice Lorenzin, Fabrizio Cicchitto, Maurizio Lupi, e al vice coordinatore Antonio Gentile, di istruire una pratica per trovare una soluzione perché le due coerenze interne al partito - una che guarda alla coalizione di governo, l'altra ad una corsa solitaria e al dialogo con FI - possano "sopravvivere". La Direzione di Ap è quindi aggiornata a domani alle ore 18.

19:24Staccò lobo di un orecchio a morsi, offre 5mila euro

(ANSA) - MILANO, 11 DIC - Voleva risarcire con cinquemila euro il tassista a cui staccò il lobo di un orecchio il bodybuilder Antonio Bini, a processo con l'accusa di lesioni aggravate dai futili motivi, ma la cifra è stata considerata troppo bassa dai legali di Pier Federico Bossi, ancora in convalescenza dopo l'aggressione avvenuta per una banale lite di viabilità lo scorso 28 novembre nei pressi della Stazione centrale. Il giudice Carlo Cotta della undicesima sezione penale ha quindi aggiornato al prossimo 5 febbraio il dibattimento a carico del 29enne, per consentire alle parti di trovare un accordo sul risarcimento del 48enne autista del taxi, che si è costituito parte civile. I legali di Bossi, gli avvocati Sostene Invernizzi e Mauro Mocchi, e la difesa di Bini, gli avvocati Beatrice Saldarini e Patrizia Pancanti, torneranno tra due mesi di fronte al giudice, che potrà quindi valutare eventuali richieste di riti alternativi (patteggiamento, rito abbreviato o sospensione del processo con messa alla prova).

19:17Basket: Brindisi esonera Dell’Agnello

(ANSA) - BARI, 11 DIC - Dopo la sconfitta di ieri, in casa, contro Trento, la Happy Casa Brindisi ha comunicato di aver esonerato l'allenatore, coach Sandro Dell'Agnello. Brindisi è rimasta ultima con 4 punti nella classifica di Lega A di basket. "Al tecnico - si legge in una nota della società - vanno i più sentiti ringraziamenti per il lavoro svolto e l'augurio per le migliori fortune personali e professionali". Quanto al prossimo futuro: "Alla ripresa degli allenamenti - viene chiarito - la squadra verrà affidata temporaneamente al vice allenatore Massimo Maffezzoli".

19:10Calcio: il 19 dicembre assemblea di Lega B

(ANSA) - ROMA, 11 DIC - E' convocata per martedì 19 dicembre a Milano l'Assemblea di Lega B con all'ordine del giorno l'approvazione del Bilancio d'esercizio 2016/2017, la costituzione e la nomina dei componenti del Comitato esecutivo, la composizione e le deleghe delle Commissioni e le determinazioni inerenti alla governance di B Futura. Quindi si provvederà ad aggiornare le società sul processo di cessione dei diritti audiovisivi per il triennio 2018-2021. L'Assemblea verrà preceduta in mattinata dal Consiglio direttivo.

19:10Morti in corsia a Saronno, altri 18 casi al vaglio

(ANSA) - BUSTO ARSIZIO (VARESE), 11 DIC - Sono altri 18 i casi di morti "sospette" all'interno del pronto soccorso di Saronno (Varese), attualmente "sottoposti all'esame dei consulenti" come confermato dal Procuratore della Repubblica di Busto Arsizio (Varese) Gianluigi Fontana, nell'ambito del terzo filone dell'inchiesta 'Angeli e Demoni' sulle morti sospette in corsia a pronto soccorso di Saronno. I casi in esame riguardano pazienti trattati antecedentemente al 2013 dall'ex vice primario del pronto soccorso di Saronno Leonardo Cazzaniga, già accusato di nove decessi in corsia e in concorso con l'amante infermiera Laura Taroni delle morti di suo marito, suo suocero e sua madre, le cui cartelle cliniche sono state sequestrate contestualmente all'arresto del medico il 29 novembre 2016.

19:02Champions: Al Khelaifi avvisa il Real

(ANSA) - ROMA, 11 DIC - "Abbiamo molto rispetto per il Real Madrid, saranno due grandi partite, i tifosi vivranno due magici match, a Madrid e nel Parc des Princes. Noi dobbiamo essere pronti a giocare contro tutte le squadre e arriveremo preparati all'appuntamento". Così il presidente del Psg, Nasser Al Khelaifi, in una dichiarazione sul sito del club, subito dopo il sorteggio di Nyon che ha messo di fronte negli ottavi di Champions ai campioni di Francia i campioni d'Europa. Questa sarà la quarta volta in cui il club parigino e il Real Madrid si affrontano in Europa.

Archivio Ultima ora