Damasco: sì alla tregua Onu pronta ad aiutare

Pubblicato il 25 ottobre 2012 da redazione

BEIRUT – L’esercito siriano ha annunciato che a partire da stamattina interrompe le operazioni militari nei tre giorni di festa del Sacrificio ma che si riserva il diritto di rispondere agli attacchi. Anche le principali piattaforme dei ribelli armati siriani anti-regime hanno detto di aderire alla tregua chiesta dall’Onu, affermando però di esser sicuri che il regime non la rispetterà. L’Esl chiede inoltre la liberazione di tutti i prigionieri politici. L’Esercito libero, prima piattaforma di disertori ribelli, ha detto di voler aderire alla tregua a condizione che il regime liberi tutti i detenuti politici, ormai contati a decine di migliaia in tutto il Paese. Dal canto suo l’Esercito nazionale siriano, altra sigla, costituitasi di recente da una costola dell’Esl, non ha posto condizioni ma ha espresso la convinzione che “il regime non rispetterà il cessate il fuoco”.
L’Alto Commissariato Onu per i rifugiati (Unhcr) e’ pronto a inviare aiuti a migliaia di famiglie siriane ‘’in diverse aree finora inaccessibili’’, se l’annunciata tregua verra’ rispettata. Lo comunica l’agenzia Onu. In tutto circa 550 tonnellate di forniture saranno distribuite a circa 13 mila famiglie (circa 65 mila persone), in zone vicino ad Aleppo, Idlib, al Raqqa e Homs, dove per diverso tempo non e’ stato possibile accedere. Cinquemila kit d’emergenza sono gia’ stati preparati ad Aleppo e altri stanno arrivando anche in altre localita’. .

Controesodo dal Libano
Migliaia di siriani fuggiti in Libano in cerca d’un riparo dalle violenze nel loro Paese sono tornati nelle ultime ore in Siria per il timore sempre più concreto che la tensione contagi il vicino Paese dei Cedri. E’ un segnale di improvvisa controtendenza rispetto all’esodo di decine di migliaia di profughi siriani giunti in Libano dal maggio 2011. Lo riferiscono i giornali diffusi a Beirut, mentre testimoni confermano di un notevole affollamento alla frontiera tra i due Paesi.
Il valico principale di confine, quello di Masnaa-Jdeide, è stato attraversato solo nelle primissime ore della giornata da almeno 3.000 siriani di ritorno dal Libano, hanno precisato i testimoni. Mercoledì, stando ai quotidiani, erano state circa 10.000 i profughi che avevano varcato il confine verso il territorio siriano. Secondo diversi osservatori, molti rientrano anche per la Festa islamica del sacrificio che comincia oggi (per una delle scuole sciite è cominciata ieri) e si conclude domenica. Eppure, a parte il perimetro cittadino di Damasco, le condizioni di sicurezza in Siria non vanno migliorando, ma peggiorano e si registrano continui scontri tra ribelli e governativi e incessanti bombardamenti aerei in numerose località del Paese. Nei giorni scorsi, l’Alto commissariato Onu per i rifugiati aveva affermato che i profughi siriani in Libano avevano superato quota 100.000. Molti di questi sembrano ora voler tuttavia lasciare il Libano per timore che gli episodici scontri armati dei giorni scorsi, seguiti all’assassinio venerdì scorso di un alto responsabile dell’intelligence libanese, possano ripetersi con maggiore violenza.

Ultima ora

13:27Terremoto: verso ripresa semina lenticchia Castelluccio

(ANSA) - NORCIA (PERUGIA), 23 APR - Il 25 aprile riprenderà la semina della lenticchia a Castelluccio di Norcia. "Il maltempo e la neve della settimana appena conclusa ci hanno costretto a fermarci, ma se le condizioni meteo lo consentiranno, martedì si ricomincia e nell'arco di una decina di giorni concluderemo l'attività", spiega il portavoce degli agricoltori di Castelluccio, Gianni Coccia. Al momento è stata completata circa l'80 per cento della semina. "In totale saranno 500 i quintali di lenticchia piantati sul Pian Grande", sottolinea Coccia. Poi si attenderà la famosa fioritura, prevista tra la metà e la fine di giugno. E riguardo alla strada che collega Castelluccio a Norcia, Coccia si è augurato che la previsione "di riaprire la provinciale 477 ai primi di luglio sia rispettata". "Sarebbe davvero un passo determinate - ha aggiunto - per avviare la ricostruzione del paese e dargli una nuova prospettiva di vita". (ANSA).

13:27Calcio: Spalletti, 2/o posto? Calendario Napoli più facile

(ANSA) - ROMA, 23 APR - "Abbiamo la possibilità di finire bene, nonostante il calendario del Napoli sia probabilmente un po' più facile, però noi siamo forti come loro e abbiamo la possibilità di fare la nostra corsa". Così Luciano Spalletti, sulla lotta per il 2/o posto. I giallorossi domani giocheranno a Pescara. "Ci sono diverse insidie, e poi la partita d'andata me la ricordo bene, abbiamo fatto una fatica enorme", spiega l'allenatore toscano, sottolineando che, "a fine campionato, esibiremo la pagella del nostro lavoro". "L'obiettivo è non darla vinta a nessuno, a chi ci ha detto che non ce la faremo, che siamo dei mediocri", aggiunge, ribadendo che, il punto con la società sarà fatto a bocce ferme: "Siamo concentrati a tenere duro fino in fondo, poi ci si incontra e si traggono le conclusioni. Secondo me questa squadra è stata lineare nel modo di lavorare e nei risultati, per cui dobbiamo finire così, non dobbiamo assolutamente indietreggiare di un centimetro".

13:25Calcio: media, identificato investitore di Marco Ficini

(ANSA) - ROMA, 23 APR - La polizia portoghese ha identificato l'investitore di Marco Ficini, il tifoso della Fiorentina morto venerdì sera a Lisbona dopo essere stato investito nei pressi dello stadio della capitale. Lo scrive oggi il quotidiano portoghese Correio da Manhã. L'uomo, probabilmente un tifoso del Benfica, dovrebbe essere arrestato nelle prossime ore o domani, scrive il giornale.

13:06Calcio: Carnevali, vogliamo proseguire con Di Francesco

(ANSA) - ROMA, 23 APR - "Abbiamo diverse richieste per i nostri giocatori, è così da anni e per noi è motivo di grande orgoglio: significa che il lavoro svolto è stato positivo. Meglio avere questi problemi, che non averli. Di Francesco? Con lui abbiamo un rapporto eccezionale, vogliamo proseguire il nostro cammino assieme, perché è a capo del progetto tecnico che abbiamo in mente a lungo termine". Lo ha detto Giovanni Carnevali, ad del Sassuolo, parlando a Mediaset premium. "Dipenderà da lui, dalla sua volontà: ci incontreremo a breve, anche perché dalla sua scelta ne dipenderanno altre sui giocatori - ha sottolineato -. Sappiamo che ha varie richieste che lo possono allettare: se lui ha le giuste motivazioni per continuare con noi, ben venga. Ma, senza di lui, il nostro progetto andrebbe avanti lo stesso. Berardi? È uno dei talenti più importanti del nostro calcio: noi non abbiamo necessità di fare cassa, faremo le giuste valutazioni. Ha tante richieste, quindi decideremo assieme a lui in armonia", ha concluso.

12:48Papa: misericordia ci impegna a favorire pace e giustizia

(ANSA) - CITTA' DEL VATICANO, 23 APR - La misericordia, ha spiegato il Papa prima di recitare il Regina Coeli "fa capire che la violenza, il rancore, la vendetta non hanno alcun senso, e la prima vittima è chi vive di questi sentimenti, perché si priva della propria dignità. La misericordia apre anche la porta del cuore e permette di esprimere la vicinanza soprattutto con quanti sono soli ed emarginati, perché li fa sentire fratelli e figli di un solo Padre. Essa favorisce il riconoscimento di quanti hanno bisogno di consolazione e fa trovare parole adeguate per dare conforto. La misericordia riscalda il cuore e lo rende sensibile alle necessità dei fratelli con la condivisione e partecipazione. La misericordia, insomma, impegna tutti ad essere strumenti di giustizia, di riconciliazione e di pace. Non dimentichiamo mai che la misericordia è la chiave di volta nella vita di fede, e la forma concreta con cui diamo visibilità alla risurrezione di Gesù". La misericordia dunque è "forma di conoscenza del mistero" e apre la mente.(ANSA).

12:34Neonato nasce in ambulanza in Puglia, mamma sta bene

(ANSA) - ANDRIA, 23 APR - Il piccolo Francesco Pio aveva fretta e così ieri pomeriggio ha anticipato i tempi, venendo alla luce nell'ambulanza della Misericordia di Andria che stava trasportando d'urgenza la madre, in preda alle doglie, nel locale ospedale Bonomo. Un parto eccezionale che ha emozionato i volontari della Misericordia, come riferisce in una nota la stessa Confraternita. La madre del neonato, Marisa, sta bene ed è peraltro figlia di una volontaria della Confraternita. Il parto è di fatto avvenuto in ambulanza sino all'arrivo in ospedale dove immediato è stato l'intervento dell'equipe medica di turno, che ha completato tutte le operazioni necessarie per permettere a Marisa di vivere al meglio un momento di grande gioia. "Su quelle ambulanze spesso siamo costretti ad arrenderci alla morte - hanno commentato i soccorritori della Misericordia intervenuti, si legge nella nota della Confraternita - ma oggi abbiamo lottato per una nuova vita ed è stata un'emozione indescrivibile".

12:27Francia: Marine Le Pen ha votato a Hénin-Beaumont

(ANSA) - HÉNIN-BEAUMONT, 23 APR - La candidata alle presidenziali francesi Marine Le Pen ha votato alle 11 nel suo feudo di Hénin-Beaumont, senza rilasciare dichiarazioni all'uscita. All'interno della scuola, gremito di giornalisti, ha salutato con un bacio gli scrutatori del seggio, ha sorriso alle telecamere ed è uscita a bordo di un suv seguita da un'altra auto di scorta.

Archivio Ultima ora