Jaua e Capriles senza dubbi: vittoria con distacco

CARACAS – Come previsto ha avuto inizio ieri la campagna elettorale per le elezioni regionali. Occhi puntati sulla contesa mirandina. Il candidato del Psuv, Elías Jaua Milano,  ha realizzato una camminata di un km e mezzo per le strade del suo paese natale di San José de Barlovento. Piuttosto sicuro di sè Jaua ha assicurato che per il suo avversario, “colui che ha sequestrato la nostra entità”, è in arrivo “una batosta”.

-Il popolo di Miranda – ha continuato l’ex vicepresidente –  ha il compito di ottenere la vittoria il prossimo 16 dicembre per recuperare la ‘Gobernación’, restituire le missioni sociali e cristallizzare i progetti del popolo. Noi mirandini vogliamo un governatore che si dedichi a costruire e ad ascoltare  il popolo.

Capriles ha invece scelto Los Teques come punto di partenza della sua campagna. Anche lui ha rotto gli indugi dichiarandosi “sicuro della vittoria”. Il candidato della Mud ha quindi invitato i suoi elettori alla mobilitazione “poichè la lotta si fa lottando”. “Loro – ha proseguito Capriles alludendo ai rappresentanti dell’‘oficialismo’ – cercano di vincere su una base di paura mentre noi vinciamo con la speranza e offrendo soluzioni”. Il leader dell’opposizione ha concluso il suo intervento sottolineando l’importanza di vincere non solo alla ‘Gobernación’ ma anche nei consigli legislativi.

Nello stato Miranda saranno chiamati a votare 1 milione 993 mila 235 elettori. I centri di votazione abilitati saranno 1.040 e 3.963 i punti in cui sarà possibile esprimere la propria preferenza.

Condividi: