Riesumata la salma di Arafat a Ramallah

RAMALLAH – La salma di Yasser Arafat è stata riesumata a Ramallah, in Cisgiordania, e un team di esperti internazionali ha iniziato a prelevare campioni per cercare di stabilire le cause della morte dell’ex leader palestinese sui cui effetti personali sono state trovate tracce di polonio. Lo ha reso noto la radio Voce della Palestina.
Secondo fonti della tv satellitare al-Jazeera, alla riesumazione erano presenti tra gli altri tre medici, tre esperti forensi, il ministro palestinese della Salute e il titolare del dicastero della Giustizia.
Il corpo di Arafat, morto l’11 novembre del 2004 in un ospedale francese, sarà poi nuovamente sepolto ieri stesso nella ‘muqataa’, il quartier generale dell’Autorità nazionale palestinese. I risultati degli esami dovrebbero essere diffusi nelle prossime settimane, entro la fine dell’anno.
“Lasciate riposare in pace“ mio fratello nella sua tomba. Dalla sua casa di Gaza, Khadia Arafat, l’ottantenne sorella minore del defunto leader palestinese ha ribadito la sua contrarietà alla riesumazione. “Non sono solo io ad oppormi, o la mia famiglia, ma anche molti palestinesi nei territori o all’estero sono contrari all’apertura della tomba di Abu Ammar”, ha detto lunedì sera l’anziana donna con le lacrime agli occhi, alla vigilia della riesumazione avvenuta questa mattina. “Nessuno ha chiesto il mio permesso per aprire la tomba di mio fratello e prelevare dei campioni dei suoi resti -ha proseguito- nessuno della leadership palestinese o dell’Autorità palestinese su qualsiasi questione legata a Yasser Arafat”. Solo alcuni esponenti dell’Anp sono venuti a titolo personale “per informarmi su cosa stava succedendo e chiedere notizie della mia salute”.
Nessun contatto nemmeno con Suha Arafat, la vedova del leader palestinese, che ha messo in moto l’intera vicenda della riesumazione facendo analizzare oggetti personali del marito sul quale sono state trovate tracce di polonio. Da quando mio fratello è morto nel 2004, “Suha non mi ha mai contattato e ho avuto sue notizie solo dai mass media”, ha detto l’anziana donna.

Condividi: