La Vinotinto di Cavallo ha fatto sognare tutti in questo 2012

CARACAS – Il beach soccer ha vissuto un 2012 pieno di molte emozioni e ha mostrato un notevole progresso, basta ricordare il secondo posto nei ‘Juegos Bolivarianos de Playa’ che si sono disputati a Lima, in Perù.
La vinotinto nel torneo di beach soccer si era presentata nella terra che un tempo fu degli incas dopo aver svolto diversi stage, tutti svolti sotto la guida esperta dell’ex campione della nazionale di calcio l’italo-venezuelano Robero Cavallo.
Roby è uno che vive il calcio in maniera passionale, così come lo viveva cuando indossava la casacca della vinotinto o quella del Caracas e del Deportivo Italia. Il mister è riuscito a dare alla sua squadra velocità, esperienza, forza e agilità con giocatori come: Cesar Fermin, Edgar Quintero, Carlos Longa, Daniel Fernández ed altri.
I venzuelani pur iniziando il torneo non col piede giusto (con una sconfitta contro la Colombia), hanno poi ingranato una marcha vincente riuscendo a colpire l’avversario nel momento giusto: hanno superato in successione Guatemala, El Salvador.
Per guadagnare l’accesso alla finale, la squadra allenata da Cavallo ha dovuto affrontare i padroni di casa del Perù. Ma non si sono fatti intimidire dal tifo avversario,  anzi questo è stato di stimolo per superare  l’ostacolo: una squadra tecnicamente valida e con molta grinta.
Quando la storia del torneo sembrava che si scrivesse con l’inchiostro color vinotinto conquistava la finale, anche frutto di qualche torto arbitrale, il Paraguay. Insomma, arrivava ko che non ti aspetti, quello in agguato alle tue spalle. E così i criollos si son vista sfuggire la medaglia d’oro.
Grazie ai risultati ottenuti in questo 2012, la ‘vinotinto de playa’ può dire che sta crescendo e, siamo certi, continuera a farlo anche nel 2013 sotto la guida esperta del mister Roby Cavallo.
Redazione Sportiva

Condividi: