Lite a sinistra Camusso-Bersani. Monti” Detassare i giovani”

Pubblicato il 18 gennaio 2013 da redazione

ROMA  – Imu, patrimoniale e redditometro: è guerra fredda sulle tasse tra le forze in campagna elettorale: nessuno vuole dare l’impressione di mettere le ‘mani in tasca agli italiani’. Con Berlusconi al governo, attacca il segretario del Pd Bersani, ”la pressione fiscale è aumentata di 4 punti”; ”falso” gli replica il pidiellino Renato Brunetta, secondo il quale ”è il suo futuro socio Monti a farla aumentare, oltre 2 punti in 12 mesi, quasi 3 se si considera l’eredità che ci ha lasciato per il 2013”.

Ma lo scontro riguarda anche la sinistra, che appare divisa tra un Bersani che non vuole indossare i panni del novello Robespierre, cercando quindi di allontanare da sé la prospettiva dell’arrivo di nuovo regime del ‘Terrore’ fiscale, e una Camusso che chiede chiaro e tondo l’introduzione di una vera patrimoniale.

– Non ci raccontino che l’Imu c’è già, o altro c’è già… – avverte la leader della Cgil pensando evidentemente al segretario del Pd. Diversamente da Bersani, la Camusso ritiene infatti che la tassazione sulla casa non basti.

– Noi – sostiene – pensiamo che l’Imu rappresenta la tassa di proprietà sulle case, che sia una quota della tassazione dei patrimoni, ma non sufficiente a ricostruire un punto di equilibrio sulla progressività fiscale e sulla giustizia fiscale.

Da destra a sinistra è tutta una una ridda di accuse reciproche, con Tremonti che tramuta Monti in un Pinocchio che mente sul redditometro, Maroni che reclama uno shock fiscale per far ripartire l’economia e Grillo che lamenta la mannaia fiscale sulle famiglie per salvare gli evasori. E Monti che promette regimi fiscali agevolati per assunzioni e nuove imprese di giovani.

Che l’odiato fisco sarebbe stato l’arena di battaglia dell’attuale campagna elettorale s’era capito già quando, tra un passo indietro ed uno avanti, Silvio Berlusconi in autunno aveva preannunciato che se fosse andato al governo lui, l’Imu avrebbe cancellata. Una dichiarazione di intenti commentata con risatine e ghigni dai suoi avversari che però, di lì a poche settimane, si ritrovano a ragionare di come alleggerire il carico della tassazione sulla casa. Con Monti che continua a ripetere che l’odiata Ici-Imu è stato il Cavaliere a ripristinarla tra ”una giravolta” e l’altra e che le condizioni della finanza pubblica non sono ancora tali da poterla stracciare.

La via percorribile è quella delle correzioni, suggeriscono i centristi, che guardano alle modifiche introdotte per i nuclei familiari. Ma l’uovo di Colombo è Bersani a trovarlo, indicando la strada della sovrapposizione tra Imu e patrimoniale: nulla di nuovo, in questo, se non che da qualche giorno il leader democrat precisa meglio la sua proposta. Siccome l’Imu, di per sè, è una patrimoniale, allora la si può rendere più equa e progressiva: alzando la detrazione ”per i più deboli” con una soglia di esenzione a circa 500 euro e ”caricando” l’ imposta sui detentori di grandi patrimoni immobiliari, quelli dal valore catastale tra gli 1,3 e 1,5 milioni di euro. Il compromesso piace a Vendola, assicura Bersani che promette: mai più condoni e avvio di una ”Maastricht della fedeltà fiscale”.

C’e’ poi il redditometro. Berlusconi l’ha disconosciuto, Alfano ne chiede il ritiro.

– ‘Il nuovo governo, munito di sovranità – assicura –  farà la sua scelta.

Bersani non ne riconosce ”un’efficacia risolutiva”. Grillo un po’ ironizza, (”è figlio di padre ignoto”) e un po’ lo silura.

– In un Paese incapace di fare pagare le tasse agli evasori è iniziata l’era del Terrore Fiscale per le famiglie.

Ultima ora

06:47Kashmir: giornalista francese arrestato da polizia India

NEW DELHI - Un giornalista televisivo francese, Paul Edward Comiti, e' stato arrestato dalla polizia indiana a Srinagar, capitale dello Stato di Jammu & Kashmir, per violazione del regolamento sui visti dato che, disponendo di uno di tipo business stava pero' realizzando un documentario sugli abitanti feriti nelle manifestazioni con fucili a pallini delle forze di sicurezza. Lo riferisce il portale Kashmir Watch.

06:42Corea Nord: manovre anti-missile di Seul, Tokyo e Usa

PECHINO - Corea del Sud, Usa e Giappone hanno dato il via alla due giorni di manovre congiunte finalizzate alla rilevazione di missili nemici, nel mezzo delle tensioni legate alla minaccia balistica e nucleare di Pyongyang. Il teatro delle operazioni, ha reso noto il Comando di Stato maggiore di Seul, sono le acque tra la penisola coreana e il Giappone.

06:33Molestie: Haley, ascoltare donne che accusano Trump

NEW YORK - Le donne che hanno accusato Donald Trump di molestie sessuali dovrebbero essere ascoltate: la sorprendente affermazione arriva da uno dei pilastri della stessa amministrazione Trump, Nikki Haley, ambasciatrice americana all'Onu. Haley rompe cosi' con la posizione della Casa Bianca, secondo cui le accuse al tycoon sono false e vanno archiviate.

01:31Calcio: Maradona a Calcutta per match di beneficienza

(ANSA) - NEW DELHI, 11 DIC - Più volte rinviato, è finalmente cominciato oggi un viaggio di Diego Maradona nella metropoli indiana di Kolkata (Calcutta), dove si tratterrà per tre giorni, impegnato in una serie di attività di beneficienza. I continui spostamenti di data della sua visita hanno fatto sì che oggi a riceverlo nella capitale dello Stato di West Bengala vi fossero quasi solo giornalisti e responsabili locali, ma non molti tifosi. Nella sua precedente visita che risale a nove anni fa, l'aeroporto cittadino fu preso d'assalto da migliaia di tifosi che lo acclamarono in strada fino ad oltre la mezzanotte. Gioviale e rilassato, Diego ha salutato con la mano i presenti prima di entrare insieme con la fidanzata Rocio Oliva nell'auto che lo ha portato in un hotel del centro che aveva approntato per lui una suite 'Diego Maradona'. Gli organizzatori si sono impegnati particolarmente nel decoro della suite, le cui pareti mostrano passaggi centrali della vita del calciatore.

00:54Calcio: Donadoni’C’è tanta rabbia, ci manca sempre qualcosa’

(ANSA) - ROMA, 10 DIC - "Abbiamo preso il secondo gol nel momento in cui il Milan era forse nel peggior momento: siamo stati ingenui ed è un peccato, perché in più di un'occasione siamo andati vicini al gol''. A Premium Sport l'allenatore del Bologna Roberto Donadoni non nasconde l'amarezza le occasioni sprecate: ''C'è tanta rabbia, prestazioni come questa non possono equivalere a zero punti, ma ci manca sempre qualcosa. Non c'è nessun complesso nei confronti delle big: forse a volte siamo eccessivamente preoccupati di quello che possono creare, ma se andiamo a vedere le partite che abbiamo giocato con le grandi non mi sembra ci siano state situazioni di superiorità da parte loro. Dobbiamo lavorare sul profilo mentale e anche su quello tecnico: un controllo fatto bene o fatto male si traduce in un'occasione colta o sprecata e quindi in una partita vinta o persa. Dobbiamo essere più centrati su noi stessi''.

00:48Calcio: Gattuso “strada ancora lunga, difesa da migliorare”

(ANSA) - ROMA, 10 DIC - "Dobbiamo ancora migliorare, specie in difesa, perché il Bologna ci ha messo in difficoltà. Ma devo ringraziare i ragazzi per la vittoria, per la mentalità e per lo spirito di sacrificio: mi tengo la prestazione e il risultato, ma dobbiamo ben tener presente che la strada è ancora lunga". Così l'allenatore del Milan, Gennaro Gattuso, dopo la vittoria a San Siro sul Bologna. Il tecnico ha elogiato il match winner Bonaventura: "Ha grandissima qualità. Sa fare gol, si sa inserire. Credo sia uno dei centrocampisti migliori d'Italia, deve migliorare un pochino sul fisico". Una battuta sul suo comportamento a bordo campo: "Le partite le sento tantissimo, pure quando gioco a calcio balilla con mio figlio, ma certo su questa di panchina è ancora più emozionante. Il Milan è la mia seconda pelle".

00:32Calcio: Spagna, Suarez-Messi, Barcellona sbanca a Villarreal

(ANSA) - ROMA, 10 DIC - Il Barcellona torna alla vittoria in Liga dopo due pareggi superando 2-0 in trasferta il Villarreal, alla terza sconfitta di fila. Restano cinque i punti di vantaggio della capolista sul Valencia, vittorioso ieri sul Celta Vigo, e sei sull'Atletico Madrid, che in un altro incontro domenicale della 15/a giornata è andato a vincere 1-0 a Siviglia sul campo del Betis. A Villarreal, i blaugrana hanno sbloccato il risultato solo nella ripresa, con le reti di Luis Suarez al 27' e Messi al 38', con l'argentino che porta così a 14 centri il bottino personale in campionato. Il Barcellona ha ancora un vantaggio di 8 punti sul Real Madrid, che prima del Clasico del 23 dicembre, forse l'ultima occasione per rientrare in corsa per il titolo, andrà in trasferta in settimana negli Emirati per la semifinale, e probabilmente la finale, del Mondiale per club.

Archivio Ultima ora