Una data da ricordare

CARACAS – Sebbene per ragioni diametralmente opposte, Governo e Opposizione coincidono nel segnalare che il 4 novembre 1992 è una data da non dimenticare.

Il vicepresidente Nicolàs Maduro, nella cerimonia per la commemorazione del 4 febbraio 1992, ha sostenuto che “la Patria avrà per sempre un debito verso le Forze Armate che con il loro sacrificio hanno aperto la porta ad una nuova epoca, un’epoca di resurrezione e dignità”.

Pensano, invece, esattamente il contrario i dirigenti dell’Opposizione. Capriles Radonski, nel criticare le celebrazioni del “Golpe”, ha scritto sul suo account su twitter: “Nonostante gli sforzi del Governo per imporre il 4 febbraio come una data storica, per milioni di venezolani è, e sarà, il ricordo di un ‘golpe’ fallito”.