Europa divisa sul bilancio, trattative tra i 27 ad oltranza

Pubblicato il 07 febbraio 2013 da redazione

BRUXELLES  – Comincia male e con quasi sei ore di ritardo il vertice chiamato a definire la spesa dell’Europa dei prossimi sette anni: i leader hanno bisogno di consultarsi in numerosi bilaterali per definire strategie e possibili alleanze e il presidente Ue Herman Van Rompuy ha bisogno di rivedere continuamente la sua proposta di bilancio 2014-2020. E alla fine decide di non presentarla nemmeno per mancanza di consenso sufficiente.

Le posizioni sono distanti, le cifre circolate non piacciono a molti, nessuno dà per scontato un accordo e su tutto incombe anche l’incognita del Parlamento europeo che rischia di far saltare tutto se il Consiglio non accoglierà la sua richiesta di revisione nel 2017. Il motivo è politico: nel 2014 ci sono le elezioni europee e l’eurocamera non vuole ipotecare tutto il futuro della prossima Assemblea.

L’Italia arriva a Bruxelles promettendo battaglia. Due le linee invalicabili per Mario Monti: crescita ed equità, ovvero difesa ad oltranza della spesa destinata a innovazione, infrastrutture, occupazione, e revisione dei famosi ‘sconti’ di cui godono Gran Bretagna, Germania, Svezia e Olanda. Inoltre, un bilancio equo prevede anche che l’Italia migliori il suo ‘saldo passivo’, cioè non vuole spendere più di altri senza avere nulla in cambio. Per questo Monti si è consultato intensamente prima dell’avvio dei lavori con il francese Francois Hollande, lo spagnolo Mariano Rajoy, che sono tra coloro che più possono fargli sponda nella partita contro i rigoristi del Nord, beneficiari degli sconti.La Franciainoltre è molto sensibile anche alla battaglia sui fondi all’agricoltura, che vuole difendere sopra ogni cosa.

Le cifre che circolano, che sarebbero alla base dei negoziati, sarebbero di circa 900 miliardi di euro per la spesa effettiva e 960 miliardi per gli impegni di spesa. Falcidiata la proposta di novembre di Van Rompuy, quando presentò ai leader dei 27 una proposta di 1008 miliardi di euro, che fu alla base del fallimento del vertice. Le più colpite sono le reti infrastrutturali, dimezzate da 40 miliardi a meno di 20 miliardi. Poche le risorse per l’occupazione giovanile, sui 5-6 miliardi. Per questo Van Rompuy e Barroso hanno preparato un ‘piano b’, cioè un programma anti-disoccupazione giovanile, presentato ieri in serata, per far rientrare dalle retrovie i fondi che verranno eventualmente decurtati in quel settore. I britannici vogliono comunque un tetto complessivo più basso.

– L’austerità si deve applicare anche all’Europa e se non scende il tetto di spesa della proposta di novembre, niente accordo – ha detto David Cameron entrando al Consiglio.La Germaniasembra più morbida, disponibile ad un compromesso, ma nessuno vuole un accordo a tutti i costi.

– Non sono d’accordo per un compromesso a tutti i costi se a rimetterci sono agricoltura e crescita – ha detto Hollande.

La Germaniasembra dunque ancora una volta l’ago della bilancia, perchè a differenza di novembre scorso, quando fece asse con Londra, stavolta non è piu’ così ‘alleato di ferro’ dei britannici. Oltre agli schieramenti Nord-Sud, ci sono poi gli ‘amici della coesione’, cioè quei Paesi, come Polonia e Repubblica Ceca, che beneficiano maggiormente dei fondi per la politica regionale, che con i nuovi tagli potrebbero subire quantomeno variazioni nella distribuzione. E il negoziato dovrà quindi tenere conto anche della minaccia di veto della Repubblica Ceca.

Saldo passivo vero handicap dell’Italia

Per l’Italia la posta in gioco nella partita in corso a Bruxelles sul bilancio 2014-2020 è molto alta e, prima che politica, è squisitamente economica. Nel solo 2011 il saldo passivo – cioè la differenza tra quanto versato e quanto ricevuto dall’Ue – ha quasi toccato i sei miliardi di euro, una cifra pari allo 0,38% del Pil, il livello più alto tra tutti i Paesi dell’Unione. A causa della crisi e della mancata crescita economica, senza meccanismi correttivi questa condizione – ‘costata’ 38,3 miliardi tra il 2005 e il 2011 secondo le cifre della Corte dei Conti – è destinata a peggiorare ancora.

Un fardello su cui pesa anche il difficilmente comprensibile contributo che l’Italia dà (oltre 700 milioni nel solo 2011) per garantire alla Gran Bretagna lo ‘sconto’ spuntato a suo tempo da Margaret Thatcher. A rischio, rispetto al bilancio 2007-2013, sono anche diversi miliardi destinati all’agricoltura e ai fondi per le regioni. Rispetto alla perdita secca di 4,5 miliardi stimata prima del vertice dello scorso novembre sul fronte degli aiuti al mondo agricolo, il governo è riuscito finora a recuperare ‘solo’ 1,8 miliardi. Per i fondi strutturali (regioni ecc.) il recupero si è fermato, almeno per ora, a quota un miliardo.

 

Ultima ora

23:57Iran: Djalali confessa in tv, sono una spia

(ANSA) - TEHERAN, 17 DIC - Ahmadreza Djalali, il medico arrestato in Iran nel 2016 con l'accusa di spionaggio e condannato a morte a ottobre, ha "confessato" in tv di aver spiato il programma nucleare di Teheran per conto di una nazione europea, senza nominare quale. Il presentatore tv, tuttavia, ha citato il Mossad, mentre scorrevano le immagini dei documenti svedesi dell'uomo e del Colosseo: Djalali, medico, ha infatti trascorso un periodo in Italia. In cambio della sua attività di spia, ha spiegato lui stesso, avrebbe ottenuto la cittadinanza di un Paese europeo.

22:57Savoia: Smuraglia (Anpi),solennità volo Stato urta coscienze

(ANSA) - ROMA, 17 DIC - "Quello dei Savoia lo considero un problema chiuso da molto tempo. Una vicenda finita. Smettiamo di parlarne. Ritengo che portare la salma in Italia con solennità e volo di Stato è qualcosa che urta le coscienze di chi custodisce una memoria storica. Urta con la storia di questo dopoguerra. E non si parli più neanche di questa ipotesi di mettere le loro salme nel Pantheon. Basta". Così il presidente emerito dell'Anpi Carlo Smuraglia commenta il rientro in Italia delle spoglie di Vittorio Emanuele III con un volo dell'Aeronautica militare.

22:35Donna uccisa a coltellate in casa nel Milanese

(ANSA) - MILANO, 17 DIC - Una donna di 33 anni, con due figli piccoli, è stata trovata agonizzante, colpita da tre coltellate al torace nella sua abitazione di Parabiago, nel Milanese. E' stata la madre a trovarla, a terra, in bagno. La donna, un'italiana, è morta poco dopo. Indagano i carabinieri della Compagnia di Legnano.

22:26Calcio: Junior Tim Cup oggi al Ferraris

(ANSA) - GENOVA, 17 DIC - Le squadre della Parrocchia Caramagna di Imperia e dell'Oratorio Santa Dorotea di Genova si sono affrontate allo stadio Ferraris prima del match Sampdoria- Sassuolo in un'amichevole terminata con il risultato di 2-10, nel contesto della VI Edizione della Junior TIM Cup, il torneo di calcio a 7 Under 14 sostenuto da Lega Serie A, TIM e Centro Sportivo Italiano. A fine gara, i ragazzi hanno consegnato ai giocatori della Sampdoria e del Sassuolo la fascia da capitano della Junior TIM Cup per poi accompagnarli all'ingresso in campo. La VI edizione della Junior TIM Cup si disputa nelle 15 città le cui squadre militano nella Serie A TIM 2017-2018. Le squadre vincitrici dei concentramenti interregionali di qualificazione alla fase nazionale si contenderanno il titolo di campioni della Junior TIM Cup, il 9 maggio, in occasione della Finale di TIM Cup 2017-2018.

22:17Calcio: Peruzzi, Milinkovic Savic? Nella Lazio sta benissimo

(ANSA) - ROMA, 17 DIC - "Qui ci sono molti osservatori per Milinkovic Savic? So che lui sta benissimo qui e vuole rimanerci a lungo. Poi che ci siano molti scout è normale, ma per il momento Sergej sta bene alla Lazio". Il dirigente della Lazio Angelo Peruzzi parla delle dinamiche di mercato e in particolare del 'gioiello' serbo che mezza Europa sta tenendo d'occhio.Ma in casa biancoceleste sono stati giorni pesanti, per le polemiche sul Var e sugli arbitraggi che avrebbero penalizzato la squadra di Inzaghi. "Se siamo preoccupati per gli errori del Var di questa giornata? - dice Peruzzi - No, non lo siamo. Poi ogni partita ha i suoi episodi, non voglio polemizzare". "Ma pare che gli episodi siano valutabili a seconda delle circostanze - aggiunge - e sembra che non siano tutti d'accordo. E' come la parabola di Kafka, di un contadino che vuole conoscere la legge ma trova il portone del guardiano sempre chiuso.Non lo fanno mai entrare e lui,nonostante tutti i suoi sforzi,non riesce a capire le dinamiche della legge perché sono confuse".

22:07Calcio: Pescara, Sebastiani, Zeman? devo parlarci poi decido

(ANSA) - PESCARA, 17 DIC - Dichiarazioni pesanti del presidente del Pescara, Daniele Sebastiani, che nel dopopartita di Pescara-Novara, in mixed zone, ha attaccato il tecnico Zeman che ieri aveva detto in conferenza stampa di avere una visione diversa del calcio rispetto al presidente. "Se oggi c'era questo clima allo stadio era per la conferenza stampa di m... dell'allenatore - ha detto Sebastiani -. Se Zeman resterà? Devo parlarci e poi deciderò". Il presidente del Pescara, nonostante la vittoria per 1-0 sul Novara, potrebbe esonerare il tecnico boemo.

22:05Pallavolo: Serie A/1 donne, risultati e classifica

(ANSA) - ROMA, 17 DIC - Risultati dell'11/a giornata del campionato di serie A/1 donne di pallavolo, Samsung Galaxy Cup: Imoco Conegliano - Mycicero Pesaro 3-0 (ieri) Foppapedretti Bergamo - Saugella Monza 1-3 Liu Jo Modena - Pomì Casalmaggiore 3-1 Unet E-Work Busto Ar. - Savino Scandicci 2-3 (ieri) Il Bisonte Firenze - Lardini Filottrano 3-0 Sab Legnano - Igor Gorgonzola Novara 0-3 - Classifica: Conegliano 29; Novara 27; Scandicci e Busto Arsizio 24; Modena 18; Monza 16; Pesaro 15; Firenze 14; Legnano 11; Casalmaggiore 10; Bergamo 6; Filottrano 4.

Archivio Ultima ora